Speciale amministrative

Elezioni 2024, plebiscito a Settimo: Piastra e il Pd festeggiano

Affluenze, esiti, curiosità e commenti a caldo

Elezioni 2024, plebiscito a Settimo: Piastra e il Pd festeggiano
Pubblicato:
Aggiornato:

Questa tornata elettorale verrà ricordata come quella del plebiscito per la candidata Elena Piastra e la sua coalizione di centro sinistra che hanno messo a segno un risultato straordinario e senza precedenti, oltre che in netta controtendenza con quello che è accaduto nel resto del Paese.

Nella giornata di lunedì 10 giugno PrimaSettimo ha seguito in diretta lo spoglio delle elezioni Regionali e Comunali dei comuni nella nostra area di competenza territoriale, oltre a Settimo Torinese, anche Castiglione, Sciolze, San Raffaele Cimena e Cinzano (dove si è votato anche per il sindaco), più San Mauro Torinese, Baldissero e Rivalba.

A seguire tutti gli esiti e i nuovi sindaci.

Ultimi aggiornamenti

Comunali a Settimo: i risultati definitivi

Che si sarebbe trattato di un trionfo era stato chiaro sin dall'inizio degli spogli, questo pomeriggio. Ma ora, dall'1.43 di notte, si può parlare della vittoria schiacciante di Elena Piastra a Settimo Torinese senza usare più alcun verbo al condizionale. E soprattutto si possono dare numeri certi e definitivi con alla mano i risultati nelle 45 sezioni della città.

La candidata di centro sinistra, sostenuta da una larga coalizione composta da Partito Democratico, Piastra Sindaca, Moderati, Settimo Futura, Azione, Movimento 5 Stelle e Verdi, porta a casa il 75,31% delle preferenze con 16.718 voti.

Manolo Maugeri, leader della coalizione di centro destra (Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia) è secondo con grande distacco con il 19,33% (4.292 voti).

Non entreranno nemmeno in consiglio comunale invece Antonio Borrini della Lista civica Difendi Settimo e Rosa Catenaccio della Lista civica Insieme per Settimo, che si sono fermati sotto il 3%, rispettivamente al 2,76 e 2,60.

Regionali, il dato finale a Settimo e San Mauro Torinese

Per quanto riguarda lo spoglio delle Regionali, anche a Settimo vince Alberto Cirio, governatore uscente di centro destra, con il 44,42%.

Lieve la differenza, rispetto alla maggior parte degli altri comuni piemontesi, con la candidata di centro sinistra Gianna Pentenero, che si assesta al 41,49%. Sul terzo gradino di questo podio elettorale c'è Sarah Disabato dei Cinque Stelle con l'11,86%.

Decisamente schiacciante invece la vittoria di Cirio nel comune di San Mauro Torinese: per lui nella città delle fragole il 50,36% delle preferenze, contro il 39,46% di Pentenero.

Cirio vince con grande distacco anche a Gassino, Castiglione, Baldissero, San Raffaele Cimena, Rivalba, Sciolze e Cinzano

 

Festeggiamenti anche a San Raffaele: Mantelli è ancora sindaco

Serata di festeggiamenti anche a San Raffaele Cimena dove l'unico candidato sindaco Ettore Mantelli, avuta la certezza della sua rielezione, si è riunito a tavola con i colleghi della sua lista.

Mantelli ha superato il quorum con il 67,95% ed è ufficialmente il nuovo sindaco grazie ai 1556 voti validi a lui destinati.

Si rilevano inoltre 73 schede nulle e 101 bianche, da parte di chi, probabilmente, pur non volendo dare sostegno al candidato ha comunque voluto scongiurare il rischio del commissariamento contribuendo al raggiungimento del quorum.

A Settimo Piastra festeggia una vittoria senza precedenti - VIDEO

In attesa della conclusione di tutti gli spogli è oramai schiacciante la vittoria di Elena Piastra con la sua coalizione di centro sinistra (Partito Democratico, Piastra Sindaca, Moderati, Settimo Futura, Azione, Movimento 5 Stelle e Verdi).

La sindaca uscente non si smuove da quel 75% (e oltre) che da subito le è stato cucito addosso dalla stragrande maggioranza degli elettori settimesi. Un vero plebiscito che lascia Maugeri (coalizione di Centro destra) secondo con grande distacco intorno al 19% e Borrini e Catenaccio con le rispettive Civiche inchiodati sotto la soglia del 3%.

E anche se mancavano ancora diverse sezioni, mentre in sala consiliare proseguiva lo scrutinio, al suo arrivo alla sede settimese del Pd, Piastra è stata accolta dai suoi sostenitori con applausi e abbracci calorosi.

Un primo assaggio di festeggiamenti, con l'immancabile brindisi accompagnato da tanti sorrisi, stanchi ma soddisfatti di un risultato storico.

A Settimo Piastra verso un risultato storico

I numeri che arrivano dalle 27 sezioni di Settimo Torinese finora scrutinate descrivono uno scenario che consegnerebbe la sindaca uscente Elena Piastra alla storia.

La candidata di centro sinistra continua a tenersi salda su un eccezionale 75% di preferenze. Un dato ancor più significativo considerato che con lei in lizza c'erano altri tre candidati a contendersi la fiducia degli elettori. Senza contare il fatto che, visto l'andamento nazionale che vede il centro destra in forte vantaggio un po' ovunque, grazie a Piastra e alla sua squadra Settimo si conferma oggi più che mai una roccaforte del Partito democratico, che si attesta intorno al 40%.

Indietro con grande distacco Manolo Maugeri, candidato del centrodestra, seguito da Antonio Borrini e Rosa Catenaccio entrambi sotto al 3%.

A Gassino successo per Corrado

A Gassino Torinese il candidato Cristian Corrado con Cucurin - Cuore Cura Rinnovamento ha avuto la meglio con il 46,15% sugli altri due aspiranti alla carica di sindaco. Andrea Morelli di  "Progettiamo Gassino" si ferma al 33,96% e Maurizio Gazzara di Gassino Insieme al 19,89%.

 

Gli elettori di Cinzano hanno scelto Longo

Emilio Longo davanti al Municipio dopo l'esito del voto

A Cinzano il primo cittadino uscente Emilio Longo con la lista "Vivere Cinzano" ha avuto la meglio sull'ex presidente della Pro loco Fabrizio Boretti, della lista "Insieme per Cinzano".

Longo ha ottenuto 124 voti e il 53,68% a fronte dei 107 voti del suo avversario, che si è fermato al 46,32%.

Nel dettaglio gli elettori sono stati 232 (72,96%) su 318 aventi diritto. Una sola scheda nulla e una scheda bianca.

Lovera stravince a Castiglione

Il sindaco uscente di Castiglione Torinese Loris Lovera, con la sua lista "Cresciamo insieme", vince in maniera schiacciante la sfida elettorale.

castiglione elezioni lovera
Foto 1 di 3
WhatsApp Image 2024-06-10 at 21.25.28 (1)
Foto 2 di 3

Il sindaco di Rivaba Davide Rosso si è recato a Castiglione per complimentarsi con Lovera

lovera festeggia
Foto 3 di 3

Lovera ha infatti ottenuto i2748 voti conquistando l'84,71% delle preferenze. Sconfitto quindi il suo avversario, Antonio Serlenga, di "Noi per Castiglione", fermo a 496 voti (con il 15,29%).

Ora occhi puntati su Settimo: prime sezioni scrutinate

Mentre si avviano alla conclusione gli scrutini nei comuni più piccoli, ora in zona gli occhi sono tutti puntati sullo spoglio nel comune di Settimo Torinese. Chi dei quattro candidati avrà la meglio ottenendo il mandato di guidare la Città della Torre per i prossimi cinque anni?

Per qualcuno il risultato positivo incassato a Settimo dal centro sinistra per quanto riguarda le Europee e (seppur in misura minore) le Regionali farebbe prefigurare una conferma della candidata sindaca di centro sinistra Elena Piastra.

E a dire il vero, stando alle informazioni trapelate finora, sembrerebbe (il condizionale è davvero d'obbligo) una previsione destinata a essere confermata.

Nelle prime 8 sezioni scrutinate in diverse zone della città il trend sembra essere sempre lo stesso con Piastra in netto vantaggio sugli altri tre candidati, con una percentuale tra il 75 e 76%.

Regionali a Settimo: sorpasso di Cirio

Inizialmente sembrava che, come accaduto per le Europee, anche per le Regionali i settimesi avessero preferito la coalizione di centro sinistra. Ma, stando all'ultimo aggiornamento delle 19.35 (con 33 sezioni scrutinate su 45) il governatore uscente di centro destra, Alberto Cirio, risulta in vantaggio con il 44,43% contro il 41,45 di Gianna Pentenero.

Si attende ora lo spoglio delle ultime sezioni per sapere se il risultato settimese sarà in linea con quello regionale o anche in questo caso in controtendenza.

A Sciolze il nuovo sindaco è Moncalvo

Ha conquistato il 60,44% delle preferenze il candidato di "Noi di Sciolze" Vittorio Moncalvo. che aveva raccolto il testimone della sindaca uscente Gabriella Mossetto. Per lui hanno votato 440 cittadini.

E' rimasto fermo al 39,56% il suo avversario, Luca Bannò di Sciolze nel Cuore.

Nel dettaglio gli su 1.276 aventi diritto i votanti sono stati 788 (61,76%) Schede nulle: 40 Schede bianche: 20.

Regionali a Settimo: lieve vantaggio di Pentenero

Come già rilevato per le elezioni Europee, anche per le Regionali la città di Settimo Torinese sembra essere in controtendenza rispetto all'andamento generale che vede Cirio quasi doppiare Pentenero.

Nella "Città della Torre" infatti, alle 17.31, la candidata della coalizione di centro sinistra risulta in lieve vantaggio con il 43,26% dei voti rispetto al governatore uscente (42,33%).

Il dato è riferito a 14 sezioni scrutinate sulle 45 totali.

Circa un terzo delle sezioni scrutinate: Cirio sempre in netto vantaggio

Continua lo spoglio a ritmo serrato delle Regionali e il governatore uscente continua a risultare in netto vantaggio. Prendendo in considerazione l'andamento in tutto il Piemonte, alle 17, Alberto Cirio del centrodestra si attesta al 54,11% con 234.742 voti, mentre Gianna Pentenero del centrosinistra è ferma al 35,22% con 152.786 voti.

La percentuale è riferita alle sezioni scrutinate finora, ossia quasi un terzo delle 4.795 sezioni totali.

 

Cirio parte in vantaggio

Iniziano ad arrivare i primi dati circa lo spoglio delle elezioni Regionali: il Presidente uscente Alberto Cirio viaggiava a oltre il 60% delle preferenze dopo pochissimi minuti dall'avvio dello spoglio. Il vantaggio sulla candidata Gianna Pentenero si è poi assottigliato: a un'ora dall'inizio dello spoglio Cirio era al 53% mentre Pentenero al 36%.

Alle 15.30 il governatore uscente è al 52,89% mentre Pentenero al 35,88%. Dati che quindi (anche se è davvero prestissimo per trarre conclusioni essendo state scrutinate poco più di 100 sezioni) confermerebbero lo scenario anticipato dagli exit poll.

Regionali: il favorito dalle previsioni è Cirio

Iniziano ad arrivare i primi esiti parziali dello spoglio delle schede verdi delle Regionali nei vari seggi del Torinese.

Come prevedibile ha preso forma il duello tra il Governatore uscente del centro destra Alberto Cirio e la candidata del centro sinistra Gianna Pentenero. Tra poco si saprà quanto si sono avvicinati al dato reale gli exit poll di Opinio, che ieri davano il primo avanti con una forchetta tra il 50 e il 54% rispetto alla sfidante (che si fermerebbe tra il 34%-38%). Ma la conferma dei risultati si avrà a spoglio completato.

 

Iniziato lo spoglio per le Regionali e cresce l'attesa per le comunali

Come da programma alle 14 in tutti i seggi nei territori delle regioni chiamate a scegliere il nuovo governatore è partito lo spoglio delle schede verdi.

A seguire poi si passerà a scrutinare le schede azzurre, ossia quelle delle comunali, dalle quali dipendono le sorti di Settimo Torinese, Gassino, Castiglione, Sciolze, Cinzano e San Raffaele. Anche se per quest'ultimo la suspance non è molta, dato che il quorum è stato raggiunto e con tutta probabilità sarà riconfermato il sindaco uscente, nonché unico candidato, Ettore Mantelli.

Tanta l'attesa soprattutto nel nostro comune "capofila", ossia Settimo: nel weekend i quattro candidati Manolo Maugeri, leader della coalizione di centro destra (Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia), la sindaca uscente Elena Piastra, guida della coalizione di centro sinistra (Partito Democratico, Piastra Sindaca, Moderati, Settimo Futura, Azione, Movimento 5 Stelle e Verdi), Rosa Catenaccio della Lista civica Insieme per Settimo e Antonio Borrini della Lista civica Difendi Settimo. si sono recati alle urne nei rispettivi seggi per esprimere il loro voto. Sorridenti e disponibili a farsi immortalare dall'obiettivo mentre imbucavano la loro scheda, hanno ben mascherato l'eventuale tensione.

Maugeri ha votato al seggio 14 della scuola Nicoli; Piastra al seggio 42 della scuola Gobetti; Borrini al seggio 18 della scuola Gramsci; mentre Catenaccio ha votato nel suo comune di residenza, ossia a Rivalba, dove ha votato per Europee e Regionali.

WhatsApp Image 2024-06-08 at 19.06.03
Foto 1 di 4
WhatsApp Image 2024-06-09 at 09.15.11
Foto 2 di 4

Piastra

WhatsApp Image 2024-06-09 at 21.38.48
Foto 3 di 4

Borrini

WhatsApp Image 2024-06-09 at 21.39.14
Foto 4 di 4

Catenaccio

L’exploit di Forza Italia - Moratti la più votata in tutte le regioni del nord

“Estrema soddisfazione per un risultato elettorale oltre le aspettative, sia per il partito sia personali, e un grande ringraziamento a tutti gli elettori che mi hanno votata.”

Così Letizia Moratti, neoeletta di Forza Italia-Ppe al Parlamento Europeo con circa 42mila preferenze, candidato più votato in tutte le regioni del Nord dopo il capolista Tajani, commenta l’exploit di Forza Italia.

“L’esito del voto delle elezioni europee - spiega Letizia Moratti - presenta una Forza Italia rafforzata che a livello nazionale si pone come secondo partito politico di governo e che al Nord torna protagonista. Un partito moderato nuovamente imprescindibile baricentro della politica nazionale ed europea grazie al lavoro di questi mesi del segretario nazionale Antonio Tajani, di tutta la classe dirigente e dei militanti.”

“Nelle circoscrizioni Nord Ovest e Nord Est - rimarca Moratti - Forza Italia raggiunge un importante risultato, in particolare nel cuore della locomotiva economica del Paese, in Lombardia, dove sfiora la doppia cifra, grazie soprattutto all’ottima iniziativa politica del coordinatore regionale Alessandro Sorte e della sua squadra. Rilevante anche il risultato ottenuto a Milano dove Forza Italia cresce di ben tre punti percentuali rispetto alla regionali dello scorso anno e sfiora il 9% dei consensi. Una solida base di partenza sulla quale costruire un nuovo progetto politico che riporti la città alla buona amministrazione del Centrodestra, che aveva scritto le pagine più belle con Expo e con la trasformazione innovativa e internazionale.”

Intanto ecco i risultati delle Europee

In attesa che alle 14 inizi lo spoglio di Regionali e Comunali, è possibile osservare e analizzare i dati delle Europee, prima importante prova d'esame per i partiti in questa tornata elettorale.

In controtendenza con quanto accade a livello nazionale, a Settimo Torinese si registra una netta vittoria del Partito Democratico con 6.975 voti e il 32,51%. Fratelli d'Italia invece si assesta al 24,02%. Terzo posto per Movimento 5 Stelle con il 12,67%.

Da segnalare che anche a San Raffaele Cimena, come a Settimo, si registra un risultato non in linea con l'andamento nazionale: a vincere (seppur di poco) è il Partito democratico con il 25,47% contro FDI con il 24,03%.

A San Mauro Torinese vince, anche se per un soffio, Fratelli d'Italia con il 27,95%, marcata stretta dal Pd con 26,60. E, tolte le eccezioni sopracitate, anche in tutti gli altri comuni di nostra competenza territoriale a vincere nettamente è il partito di Giorgia Meloni.

QUI tutti i risultati nel dettaglio.

Grande esempio: al seggio a 109 anni

Elvezia Distaola, 109 anni compiuti lo scorso febbraio e festeggiati anche in diretta su Raiuno è una vecchia e cara conoscenza della comunità gassinese, dove ha vissuto per un significativo periodo della sua vita, lasciando un bel ricordo nel cuore di tanti. Oggi risiede nella casa di riposo di Buttigliera d'Asti e nella giornata di sabato 9 giugno, accompagnata dal figlio, si è recata proprio al seggio del suo nuovo comune per votare per le Europee e le Regionali.

Distaola, classe 1915, ha attraversato due conflitti mondiali e una serie di cambiamenti epocali. E, in tema di elezioni, partecipò allo storico referendum del 2 giugno 1946 grazie al quale nacque la Repubblica Italiana.

San Raffaele Cimena ha battuto il quorum

Il sindaco uscente, nonché unico candidato in questa tornata elettorale, Ettore Mantelli, insieme alla sua Lista Indipendente, ce l'ha fatta e ha agguantato l'agognato quorum. A votare infatti è stato il 67,95% degli aventi diritto, ben oltre il 40% necessario per scongiurare il commissariamento. In attesa dello spoglio e dell'ufficialità, di fatto si può già affermare che sarà ancora lui con la sua squadra a guidare il comune per i prossimi cinque anni.

Elezioni comunali: l'affluenza nel Torinese e nei nostri comuni

Si sono chiusi ieri sera, domenica 9 giugno 2024, alle 23 i seggi di tutta Italia. Una tornata elettorale che ha registrato un ulteriore calo del dato dell'affluenza alle urne un po' ovunque. In provincia di Torino per le Comunali ha votato il 62,19% degli aventi diritto contro il 68,41% della precedente tornata elettorale.

A Settimo Torinese ha votato per eleggere il nuovo sindaco il 60,10% (contro il 68,33 precedente).

QUI gli altri dati dell'affluenza al voto nei nostri comuni.

Lo spoglio per Regionali e Comunali inizierà oggi alle 14

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali