A San Mauro

Scuole, in arrivo 3 milioni per la riqualificazione

Nei desideri dell’Amministrazione anche la riqualificazione del Castelletto e del complesso abbaziale della Pulcherada

Scuole, in arrivo 3 milioni per la riqualificazione
Politica 24 Luglio 2021 ore 08:29

Scuole, in arrivo 3 milioni per la riqualificazione

Scuole

Oltre 3 milioni di euro in arrivo per la riqualificazione delle scuole del territorio. E’ questo il più grande investimento previsto dall’Amministrazione per le opere pubbliche in programma nei prossimi tre anni.

Il bando

La somma, decisamente cospicua, sarà legata al nuovo bando ministeriale licenziato nelle scorse settimane e a cui il Comune di San Mauro ha partecipato, presentando una serie di progetti che si sommano a questo delle scuole. «Il bando - spiega l’assessora Licia Nigrogno - ha come obiettivo il recupero del patrimonio esistente, mettendo a disposizione 5 milioni di euro per i comuni delle nostre dimensioni. Noi abbiamo pensato di dare un grande impulso alla riqualificazione degli edifici scolastici». Gli interventi previsti riguarderanno quindi facciate e serramenti a vantaggio di estetica e attualità architettonica, ma soprattutto della riqualificazione energetica e comfort termico. «Un intervento che andrà di pari passo con il project - aggiunge Nigrogno - e che provvederà alla sostituzione di caldaie obsolete e altri interventi di efficientemento energetico». La somma complessiva è di 3.900.000 euro. Ma l’intervento per gli edifici scolastici non sarà il solo candidato al bando ministeriale.

I piani del Comune

Nei desideri dell’Amministrazione anche la riqualificazione del Castelletto e del complesso abbaziale della Pulcherada. «Abbiamo poi pensato all’esecuzione dei lavori di messa a grezzo e di messa in sicurezza del Castelletto - prosegue l’assessora -. Una sorta di ristrutturazione del fabbricato, fino a portarlo a una situazione che permetterà a chi entra di avere un fabbricato funzionante, solo da rifinire secondo i propri desideri estetici». E poi, l’attenzione si rivolge al turismo e alla volontà di restituire il complesso abbaziale alla cittadinanza, mettendolo in sicurezza e permettendo l’accesso al pubblico in diversi locali del patrimonio storico e artistico che da secoli caratterizza la nostra città. «Abbiamo deciso di inserire, proseguendo i nostri sforzi per valorizzare la Madonnina e l’abside della Pulcherada, l’intero complesso abbaziale - spiega Nigrogno -. Previsti 700mila euro per i progetti sviluppati in questi anni con il tavolo di lavoro che vede la collaborazione tra Comune, Curia, Sovrintendenza e l’associazione La PulchraRada. Tra le nostre proposte, il recupero della canonica per aprire al pubblico i locali, e il completamento di alcuni interventi sulla chiesa della Madonnina e del campanile. Un altro nostro desiderio è proprio quello di permettere l’accesso al campanile a tutti i cittadini e non solo, facendo godere del panorama dall’alto. Tutto questo potrà vedere la luce grazie a questo bando».