Cronaca
Scuola, a Castiglione

Un caso positivo in mensa e l'Asl sospende l'intero turno: 100 bambini in quarantena

Nella giornata di mercoledì il sindaco haa già incontrato i referenti Asl per concordare alcune linee guida

Un caso positivo in mensa e l'Asl sospende l'intero turno: 100 bambini in quarantena
Cronaca 30 Gennaio 2021 ore 08:13

Un caso positivo in mensa e l'Asl sospende l'intero turno: 100 bambini in quarantena

Caso positivo

A seguito di un caso di positività al Covid, da questa settimana sono stati messi in quarantena circa 100 bambini delle scuole elementari di Castiglione.

I fatti

Ad essere messo in quarantena è stato l’intero gruppo di classi che faceva parte del turno di mensa in cui è stato riscontrato il caso di positività. Decisione, questa, che è stata presa dall’Asl, che, di fatto, "ha considerato il locale mensa come una classe"- puntualizza in una nota l’Amministrazione comunale di Castiglione, "indipendentemente dall’ampiezza del locale, dalla possibilità di areazione, dalle sue caratteristiche e dal numero degli alunni presenti, dalle distanze in gioco, parametri che a nostro avviso sono rilevanti e dovrebbero essere valutati".
All’inizio dell’anno, proprio per far fronte alle rigide direttive che erano state introdotte al fine di tutelare il più possibile la presenza a scuola dei bambini, il servizio mensa era stato distribuito complessivamente su tre turni, da cinque classi ciascuno.
"Per parte nostra - si spiega ancora in una nota dell’Amministrazione, guidata dal sindaco Loris Lovera - riteniamo che siano state da subito adottate tutte le misure di sicurezza richieste dalle linee guida nazionali e regionali".

La lettera

I sindaci dei Comuni che fanno riferimento all’Istituto Comprensivo di Castiglione (Castiglione, Rivalba, San Raffaele Cimena, Sciolze), hanno dunque mandato una lettera di richiesta di chiarimenti alla Asl To4 e si siamo resi disponibili ad avviare un tavolo per la risoluzione del problema.
Si aggiunge inoltre: "L’assenza della sala mensa ha infatti ripercussioni pesanti soprattutto sui bambini e sulle loro famiglie, oltre che sulla didattica, sul personale scolastico, sulle amministrazioni e sulle aziende gestrici del servizio. Riteniamo fondamentale ed educativo il momento del pasto e pensiamo si possano adottare ulteriori misure per rivedere questa interpretazione, a nostro avviso troppo prudenziale, anche perché effettivamente storicamente nel nostro istituto non si è sinora registrato alcun focolaio all'interno dei locali mensa o delle classi, indice che le misure adottate erano sufficienti".

L'incontro

Nella giornata di mercoledì 27 gennaio, intanto, si è svolto l'atteso incontro del sindaco di Castiglione con i referenti dell'Asl. E' stato fatto un sopralluogo nel locale mensa e sono state condivise alcune decisioni volte a garantire, nel caso in cui si ripetesse una situazione del genere, il mantenimento delle condizioni di sicurezza  ma mettendo in quarantena un numero più limitato di bambini.