Prosegue lo screening

Tamponi rapidi per insegnanti e personale Ata: «La scuola deve proseguire in totale sicurezza»

A Settimo Torinese, Un monitoraggio possibile mediante i circa 500 «tamponi rapidi» che sono destinati agli insegnanti e ai collaboratori scolastici dei plessi delle materne, elementari e medie del Comune

Tamponi rapidi per insegnanti e personale Ata: «La scuola deve proseguire  in totale  sicurezza»
Cronaca Settimo, 23 Gennaio 2021 ore 09:03

Tamponi rapidi per insegnanti e personale Ata: «La scuola deve proseguire in totale sicurezza»

Tamponi rapidi

L’obiettivo dell’Amministrazione comunale settimese è uno e uno solo in termini di ripresa delle attività didattiche: ripartire in tutta sicurezza, per studenti, insegnanti e personale scolastico. E’ per questo che la scorsa settimana è iniziata la seconda puntata dello screening su docenti e personale Ata attraverso i test antigenici rapidi che lo stesso Comune di Settimo ha provveduto ad acquistare grazie alla raccolta fondi effettuata insieme a Fondazione Comunità Solidale Onlus.

Il monitoraggio

Un monitoraggio possibile mediante i circa 500 «tamponi rapidi» che sono destinati agli insegnanti e ai collaboratori scolastici dei plessi delle materne, elementari e medie del Comune.
Il fine ultimo è quello di limitare il più possibile il rischio di sospensione delle lezioni in presenza o di classi poste forzatamente in quarantena per casi di positività registrati all’interno dei plessi cittadini.
Dopo l’esperienza dello screening che si era concluso lo scorso dicembre, quindi, l’Amministrazione - come già annunciato nelle scorse settimane - ha provveduto a prevedere e mettere in campo una vera e propria «fase 2» del monitoraggio dei contagi sul territorio cittadino.
A spiegare il senso dell’iniziativa proposta dall’Amministrazione comunale è Umberto Salvi, medico di famiglia, consigliere comunale e presidente della commissione salute istituita dalla Città di Settimo.

«La necessità di garantire il monitoraggio della popolazione sarà alta anche nei prossimi mesi. Settimo, soprattutto grazie ai settimesi e alle donazioni raccolte da Fondazione Comunità Solidale onlus, su ha fatto uno sforzo che pochi Comuni hanno fatto. Nel frattempo, è cresciuto il numero di tamponi rapidi fatti dall'Asl e ci auguriamo possa aumentare ancora, in modo da poter monitorare categorie più vaste».

L'adesione allo screening è stata fatta su base volontaria. Per quanto riguarda insegnanti e personale Ata, oltre  300 tamponi sono statie effettuati  e nessun è risultato essere positivo.

Grande attenzione

Nonostante i piani della Regione Piemonte indirizzati proprio allo screening della popolazione scolastica (il piano “Scuola Sicura” comprende anche gli studenti a partire dalla seconda media), il Comune di Settimo è stato in questo senso un pioniere nel monitoraggio in vista della possibilità della ripresa delle lezioni in presenza in sicurezza.
Le prossime settimane e le risultanze dei test rapidi saranno decisivi e riporteranno una fotografia dello stato di salute del mondo della scuola.

Un ambito che nel corso del 2020 (e anche oggi evidentemente), ha subito un lungo stop forzato, nonostante gli addetti ai lavori si siano prodigati in tutti i modi per dimostrare la sicurezza dell’ambiente scolastico dove le regole vengono osservate e fatte rispettare quotidianamente.

Il proseguimento della scuola in sicurezza rappresenta dunque un'importante priorità dopo mesi di grande incertezza  e problematiche di vari tipo che insegnanti, personale, famiglie ed alunni hanno dovuto affrontare.