Cronaca
Territorio

Settimo, l'Amministrazione comunale ha incontrato i residenti dell'Arcipelago

Al centro dell'attenzione la richiesta di potenziamento della sorveglianza.

Settimo, l'Amministrazione comunale ha incontrato i residenti dell'Arcipelago
Cronaca Settimo, 27 Maggio 2022 ore 08:21

Settimo, l'Amministrazione comunale ha incontrato i residenti dell'Arcipelago.

Incontro Arcipelago

Il potenziamento del sistema di videosorveglianza della zona, la necessità di uno spazio ludico in cui i giovani possano svagarsi e l'ipotesi, ancora remota, di consegnare un'area cani ad una zona che conta la più alta concentrazione del territorio di animali a quattro zampe. Ha orbitato intorno a questi tre macrotemi l'incontro mensile tra l'Amministrazione e i cittadini, avvenuto lo scorso venerdì nello chalet del parco di via Colle dell'Assietta, guidato dal presidente Rocco Garziano.

Tra progetti e segnalazioni

Una riunione che ha rappresentato l'occasione per raccontare alcuni interventi di trasformazione che riguardano zona Arcipelago e per raccogliere, allo stesso tempo, le segnalazioni dei residenti in un'area che – come ha sottolineato la sindaca, Elena Piastra - richiede particolare attenzione. In diverse occasioni, non a caso, sulle colonne di questo giornale, abbiamo riportato alcune testimonianze di residenti vittime di atti vandalici che non hanno fatto altro che alimentare la sensazione di scarsa sicurezza del quartiere. Una situazione sotto gli occhi della giunta che, nel corso dell'incontro, ha preso nota di tutte le problematiche legate all'area, dal tema sorveglianza a quello relativo alla condizione dei marciapiedi per la presenza di deiezioni canine. «Abbiamo attivato alcune squadre di volontari specializzati per verificare il rispetto delle norme che riguardano i cani», ha annunciato il comandante della Polizia Locale, Renato Pontoriero, presente alla riunione mensile per rispondere alle richieste dei cittadini. Deiezioni, assenza di guinzaglio e di museruola sono, dunque, sotto la lente delle squadre speciali presenti sul territorio e pronte ad intervenire per redarguire i padroni, punibili dalla legge. Un'operazione partita ad inizio maggio che ha già sfoderato diverse sanzioni, anche se – come ha precisato il vicesindaco Brino - «c'è ancora tanto da fare». Un tema – quello relativo alla pulizia – che si collega anche alla richiesta dei residenti di un'ipotetica area cani nella zona, momentaneamente bocciata, senza troppi giri di parole, dalla sindaca. «Per ora, in questo preciso spazio, non è possibile prevedere un'area cani – ammette la prima cittadina -, ma stiamo valutando l'ipotesi di realizzarla nell'ex area dell’acciaieria Ferrero, di proprietà comunale, che, però, necessità ancora della fase di bonifica». Un lavoro lungo, dunque, ma che, a piccoli passi, tenta di rispondere alle esigenze e alle necessità di una fetta dei residenti dell'Arcipelago.

Le problematiche

Archiviate le urgenze della zona, la riunione mensile ha rappresentato l'occasione per segnalare anche una serie di problematiche presenti nel resto della città. Un nodo cruciale, ad esempio, è il senso unico di via Schiapparelli, uno dei tasselli al centro della trasformazione di Borgo Nuovo, e per questo motivo «necessariamente da restringere in vista di una serie di interventi pubblici che non prevedono la possibilità di una strada a doppia senso percorsa sempre ad alte velocità», ha chiarito Piastra. Infine, spostandoci di qualche chilometro, oltre il cavalcavia di corso Piemonte, sono stati segnalati i tempi biblici del semaforo pedonale all'altezza tra corso Piemonte e via Cascina Nuova. «Quello è uno dei semaforo ritenuti intelligenti», ha precisato Pontoriero, spiegando come il dispositivo sia installato proprio per rilevare il flusso veicolare. «Negli orari delle scuole, però, è previsto un cambiamento del sistema che punta a favorire il passaggio dei pedoni», ha concluso il comandante, tentando di spegnere una serie di dubbi e quesiti sollevati nel corso della riunione.

Seguici sui nostri canali