Cronaca
Dalla collina

«Mi sono trovato un cinghiale nel garage»

E' quanto accaduto a Castiglione

«Mi sono trovato un cinghiale nel garage»
Cronaca 27 Agosto 2022 ore 08:43

«Mi sono trovato un cinghiale nel garage».

Emergenza cinghiali

Solitamente non è già una bella esperienza vedersi attraversare la strada da un cinghiale o da una «mandria» di ungulati. Figuriamoci trovarseli all’interno del garage che si è andati a chiudere all’imbrunire perché lasciato aperto per errore. Eppure questo è quando accaduto a Cesare Del Monte che da quarant’anni ormai abita nella sua casa di Castiglione.

La situazione

«Qui un tempo, anche di sera, i bambini e ragazzi potevano giocare liberi senza paura che ci fossero pericoli - spiega Del Monte - Oggi, invece, la situazione è completamente diversa. I miei vicini di casa che hanno figli non li fanno più uscire a giocare, a trascorrere le serate estive all’aria aperta. Il perché? La presenza massiccia di cinghiali».
Un problema serio quello che Del Monte ha deciso di denunciare anche attraverso le pagine del nostro settimanale. Il fatto è stato segnalato da lui, come da altri sui vicini, anche all’Amministrazione comunale.
«Dopo aver avvisato in Comune, hanno suonato alla nostra porta degli addetti mandati dall’Amministrazione dicendoci che non si può far nulla perché sino a settembre la caccia è chiusa - spiega Del Monte - L’Amministrazione non capisce però che questo è un problema reale che noi viviamo tutti i giorni nella nostra borgata. Le recinzioni dei giardini vengono puntualmente distrutte dai cinghiali che scavano ed entrano nelle nostre proprietà. I miei genitori, che sono anziani, non possono tenere nemmeno più la porta aperta d’estate perché c’è il rischio che si trovino in casa uno di questi animali. Così sono costretti ad accendere il climatizzatore per avere un po’ di fresco. Questo non è ammissibile. Così come non poter stare fuori nelle strade della nostra borgata.
Questo problema non deve esser visto come l’occasione per i cacciatori di praticare l’attività che a loro piace. Deve esser visto come un problema reale. Le Amministrazioni, perché non è certamente un problema solo di Castiglione, devono sedersi ad un tavolo e discutere, cercare provvedimenti da attuare. Anche con enti superiori. Perché noi, qualora dovessimo abbatterne uno, saremo perseguiti penalmente, dunque tocca a loro fare una mossa, mettere in atto scelte che ci facciano vivere al sicuro. Non possiamo aspettare che succeda l’irreparabile. Non si deve aspettare un incidente per intervenire. Chiedo, a nome anche degli altri abitanti, un po’ più attenzione per la sicurezza pubblica».
La situazione è grave e i cittadini invocano l’Amministrazione di intervenire.

Il punto dal Comune

«Il problema rappresentato dai cinghiali è certamente serio. Come Amministrazione ogni segnalazione che riceviamo la trasmettiamo alla Città Metropolitana, così come previsto». Questo il punto della situazione sull’emergenza cinghiali da parte dell’Amministrazione. Da parte sua lo stesso sindaco Lovera in più occasioni ha incontrato gli enti istituzionali preposti proprio per continuare a sottolineare l’esigenza di interventi. Ormai i cinghiali stanno raggiungendo sempre più spesso anche i cortili delle abitazioni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter