Vi aspettiamo in edicola!

Il nuovo numero de La Nuova Periferia di Settimo è in edicola

La Nuova Periferia - edizione di Settimo Torinese - è in edicola. Ecco le principali notizie dalla nostra prima pagina.

Il nuovo numero de La Nuova Periferia di Settimo è in edicola
Cronaca Settimo, 01 Dicembre 2020 ore 16:55

Il nuovo numero de La Nuova Periferia di Settimo di martedì 1 dicembre 2020 è in edicola. Con tutti gli aggiornamenti relativi al nostro territorio: ecco la nostra prima pagina e qualche anticipazione.

La Nuova Periferia di Settimo è in edicola

Dopo qualche settimana con cui siamo stati, di nuovo, costretti al lockdown decretato dall'essere finiti in zona "rossa", le maglie delle restrizioni si sono leggermente allentati. L'essere finiti in zona arancione ha sì portato dei benefici, ma come sottolineano quotidianamente gli esponenti degli enti locali del nostro territorio, non è certo il momento di abbassare la guardia. Per quanto ci sia voglia di tornare il più in fretta possibile alla normalità. Soprattutto in vista dell'imminente Natale.

La situazione contagi

Dopo settimane di seconda ondata che hanno fatto temere il peggio per le sorti del nostro territorio, la curva dei contagi sta lentamente (ma costantemente scendendo). Sia per l'effetto delle misure restrittive messe in campo e sia, ancora, per il fatto che i tamponi molecolari - sul territorio regionale - vengono effettuati soltanto sui pazienti sintomatici. Per questo l'invito di sindaci è amministratori è rivolto alla massima prudenza. Per la prima volta dopo giorni, però, siamo scesi sotto la quota dei 1000 cittadini positivi in tutti i nostri comuni.

L'economia del territorio può finalmente ripartire?

Dopo queste ultime settimane di chiusura di numerose attività commerciali, l'essere stati classificati come "zona arancione" offre un piccolo barlume di speranza pe moltissimi operatori economici del territorio che sono stati costretti a un nuovo stop. Compresi gli ambulanti del settore extra-alimentare dei mercati del territorio che hanno manifestato, soprattutto la scorsa settimana, guadagnandosi anche l'appoggio di numerosissime amministrazioni locali che hanno scritto direttamente al Governo per chiedere maggiori tutele.

Nei comuni

A Settimo la luce dei riflettori è tutta puntata sull'ospedale di Settimo e sul caso della tensione tra la società Saapa e il socio privato Cooperativa Frassati. In gioco non ci sono soltanto le "partite" economiche, ma anche la tenuta del servizio che la cooperativa fornisce, in termini di oss e infermieri, all'interno della struttura di via Santa Cristina. E sempre in termini occupazionali e di lavoro c'è il tema dell'istanza di fallimento della società dei ristoranti Brek. Sul nostro territorio, il più noto e forse più importante, è quello all'interno del centro commerciale Panorama. 8o i lavoratori rimasti a casa.

Primo piano e approfondimenti

Non mancano i primi piani, come quello dedicato alla scuola che, nonostante la zona arancione, resta ancora "a distanza" per le seconde e terze medie. Con non poche polemiche per tutto quello che deriva in termini di sforzi da parte delle famiglie. E poi, ancora, l'adozione di nuove misure di sostegno alle persone in difficoltà su tutto il territorio. Pacchi spesa e voucher torneranno presto a far parte della vita quotidiana delle famiglie che dimostreranno che la crisi causata dal Covid-19 ha portato gravi conseguenze dal punto di vista economico.

 

Caro Babbo Natale Vorrei, manda la tua letterina...

Non dimenticate di partecipare alla nostra iniziativa dedicata alle persone che si trovano ad affrontare una situazione di difficoltà. Attraverso il sito internet www.carobabbonatalevorrei.it è possibile esprimere il proprio desiderio e lasciare un messaggio di speranza che ci permetterà di aiutare i cittadini che stanno subendo, più di altri, il peso di questa crisi. Tanti i nostri testimonial che già hanno inviato le proprie letterine e i videomessaggi di invito.

Scrivere un messaggio di speranza richiede veramente poco tempo. Quei pochi minuti che vi chiediamo di impegnare potranno, però, servire ad aiutare concretamente chi è meno fortunato. Grazie.