Lotta al Covid

Centro vaccinale collinare, ad agosto sospese le somministrazioni. Si riprende a settembre

Un sospensione concordata, quella del centro vaccinale, che tiene conto anche del fatto che la gestione è svolta grazie alla collaborazione con personale volontario, che naturalmente nel mese centrale dell’estate può essere presente in numero minore.

Centro vaccinale collinare, ad agosto sospese  le somministrazioni. Si riprende a settembre
Cronaca 31 Luglio 2021 ore 08:19

Centro vaccinale collinare, ad agosto sospese le somministrazioni. Si riprende a settembre.

Centro vaccinale collinare

Quella di martedì 27 luglio 2021 è stata l'ultima giornata di apertura del Centro vaccinale della collina, a Castiglione.
Nel mese di agosto, infatti, le somministrazioni saranno sospese, in attesa di riprendere normalmente a settembre, dopo le ferie.

La notizia

L’annuncio è arrivato nei giorni scorsi, «in coerenza con i programmi di logistica vaccinale della Asl - si legge nel comunicato diffuso dall’Amministrazione comunale castiglionese -».
L’attività del Centro vaccinale della collina è cominciata lo scorso 11 maggio e da allora, in poco più di due mesi, le dosi somministrate sono state complessivamente quasi 3mila.
«Ricordiamo che tutti i cittadini possono partecipare alla campagna di vaccinazione attivando la preadesione sul sito della Regione www.ilpiemontetivaccina.it; la preadesione è condizione necessaria per poter accedere alla vaccinazione. Restano attive tutte le misure di corretta informazione, aiuto e sostegno alla cittadinanza, con tutta l’attenzione che va mantenuta in questa fase di progressiva uscita dall’emergenza - puntualizzano dall’Amministrazione castiglionese - ».
Un sospensione concordata, quella del centro vaccinale, che tiene conto anche del fatto che la gestione è svolta grazie alla collaborazione con personale volontario, che naturalmente nel mese centrale dell’estate può essere presente in numero minore.

Il ruolo del Centro vaccinale

Il Centro vaccinale sta svolgendo un importante ruolo per il potenziamento della campagna anti Covid sul nostro territorio.
A testimoniarlo sono prima di tutto proprio i numeri. Un territorio come quello dell’area Cisa, costituito complessivamente da circa 40mila abitanti, aveva infatti la necessità di un punto di riferimento specifico. Questo è il ruolo svolto dalla struttura di via Torino 235, che sta coprendo parte delle necessità della zona collinare. E’ chiaro infatti che con un’operatività di 2-3 giorni a settimana la struttura castiglionese non potrebbe far fronte alla vaccinazione di tutti i cittadini. Il Centro collinare, dunque, è di supporto agli altri importanti punti presenti sul territorio dell’Asl To 4, da Settimo a Chivasso, passando per l’aeroporto di Caselle al punto di Leinì. Con la variante Delta che purtroppo in queste ultime settimane sta prendendo sempre più piede, con l’aumento del numero dei casi giornalieri su base regionale, il potenziamento dei vaccini rappresenta sempre di più una priorità per poter tornare, ora, ad una vita quasi all’insegna della normalità. Dunque resta fondamentale anche il ruolo del Centro vaccinale di Castiglione.