Campagna vaccinale

Caos vaccini, a Settimo parte in salita la campagna per i ragazzi tra 12 e 19 anni

A Settimo Torinese e in altri comuni del territorio, la campagna di somministrazione per i giovani tra i 12 e i 19 anni parte in salita.

Caos vaccini, a Settimo parte in salita la campagna per i ragazzi tra 12 e 19 anni
Cronaca Settimo, 29 Luglio 2021 ore 11:03

Caos vaccini sul territorio, la campagna di somministrazione per i giovani di età compresa tra i 12 e i 19 anni parte in salita. I ragazzi sono stati invitati a raggiungere altri centri del territorio.

Caos vaccini, la campagna per i giovani

Doveva essere la prima giornata dedicata alle somministrazioni del siero anti-Covid per i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 19 anni che da oggi, giovedì 29 luglio 2021, hanno la possibilità di presentarsi in uno degli hub vaccinali individuati dalla Regione Piemonte per ricevere la dose di vaccino. Anche in assenza della preadesione attraverso il portale internet ilpiemontetivaccina.it .

"All’iniziativa può partecipare sia a chi non ha ancora aderito alla campagna vaccinale sia a chi si è già registrato su www.IlPiemontetivaccina.it In quest’ultimo caso non è necessario cancellare la prenotazione/adesione, in quanto è il sistema a farlo in automatico dopo l’avvenuta vaccinazione",

spiegava nei giorni scorsi una nota della Regione Piemonte.

A Settimo si parte "in salita"

La possibilità di presentarsi direttamente agli hub vaccinali ha convinto molti giovani a recarsi presso i centri vaccinali individuati sul territorio di Settimo, in particolar modo quello allestito all'interno dei locali del Bosio di via Galileo Ferraris. I ragazzi, accompagnati dai loro genitori, si sono messi pazientemente in coda. Prima di scoprire, però, che per loro non sarebbe stato possibile ricevere la dose di vaccino. Almeno non all'interno del Bosio. Un vero e proprio caos vaccini, insomma.

Qui, infatti, secondo quanto si apprende dal personale sanitario impegnato nelle vaccinazioni, ci sono già in lista circa 400 cittadini (di diverse fasce d'età) e a cui sarà somministrata nella giornata odierna la prima o la seconda dose di vaccino.

Le dosi in "rimanenza" - sempre secondo quanto trapela dal centro Bosio - saranno destinate a quei cittadini over 60 che questa mattina sono stati "rimandati a casa" con l'invito a ripresentarsi nel primo pomeriggio di oggi per la somministrazione. Circa 15 appena quelli che, al momento, avrebbero ricevuto la somministrazione all'interno del centro di via Galileo Ferraris di Settimo.

Dove si possono vaccinare i ragazzi?

L'incertezza è molta in questo senso. All'interno del centro Bosio un volantino riporta alcune sommarie indicazioni per facilitare la ricerca degli hub destinati alla vaccinazione della fascia d'età 12-19. Un hub per distretto sanitario. Per quello di Settimo è stato individuato il centro vaccinale di Leini, il "Palalancia" per quello di Chivasso. Questi i poli vaccinali più vicini a noi, ma vengono anche indicati i centri vaccinali di Caselle (per il distretto di Ciriè), quello di Cuorgné - ex manifattura (distretto Cuorgné), quello di San Giovanni - piazza Boves (distretto di Ivrea).

E non mancano le prime polemiche tra i medici del territorio che lamentano una scarsa comunicazione da parte della Regione Piemonte per l'allestimento di questi hub vaccinali. Secondo alcuni, infatti, le informazioni non sarebbero state adeguate impedendo così di farsi trovare preparati per la giornata di oggi, 29 luglio.

Le indicazioni per la vaccinazione dei ragazzi

E' la Regione Piemonte, inoltre, a sottolineare una serie di indicazioni utili per la somministrazione dedicata a questa fascia d'età.

"I vaccini somministrabili sono Pfizer e Moderna, quest'ultimo per la fascia 12-17 anni in quanto l'Aifa (Agenzia italiana del farmaco) ha accolto quanto disposto nei giorni scorsi dall'Ema, l’Agenzia europea per i medicinali".

E, ancora,

"I minorenni devono essere accompagnati da un genitore/tutore munito di autocertificazione di responsabilità genitoriale e consenso alla vaccinazione. L’autocertificazione e il consenso (scaricabili su www.ilPiemontetivaccina.it), unitamente alla copia di un documento di identità valido, dovranno essere consegnati per entrambi i genitori, oppure per il tutore, oppure unitamente alla dichiarazione di famiglia monogenitore. Si ricorda che per la fascia 12-18 anni resta sempre possibile la prenotazione su www.ilPiemontetivaccina.it da parte di un genitore/tutore/affidatario".