Servizi per l'infanzia

Più posti al nido comunale: partiti i lavori all'asilo Pia Strozzi

Potrà accogliere fino a 60 bimbi; inoltre partirà una "sezione primavera" nelle scuole dell'infanzia

Più posti al nido comunale: partiti i lavori all'asilo Pia Strozzi
Pubblicato:

Sono partiti qualche settimana fa i lavori per la realizzazione del nuovo asilo nido Pia Strozzi. I lavori, finanziati dal PNRR, prevedono l'ampliamento dell'attuale micronido che passerà dagli attuali 24 posti a circa 60. Un modo per cercare di arginare il problema delle liste d'attesa lamentato più volte dai cittadini.

Più posti al nido comunale

«Aumentiamo i posti a disposizione delle famiglie con l'obiettivo di dare soluzioni a bambini e bambine inseriti in graduatoria – ha fatto sapere sui social l'assessora all'istruzione Alessandra Girard – Con lo stesso scopo, in collaborazione con le scuole paritarie faremo partire una sezione primavera nelle scuole dell'infanzia. La sezione primavera accoglie i bimbi dai due anni, anticipando l'inserimento con percorsi specifici pensati per loro».

«Migliorare l'offerta e i servizi per alla prima infanzia è importante - aggiunge l'assessora - non solo per la crescita di bimbi e bimbe, ma anche per l'autonomia dei genitori, in particolare delle neomamme che spesso faticano a reinserirsi sul lavoro dopo la gravidanza. Anche per questo abbiamo cercato di rendere più accessibili i servizi, per esempio riducendo i costi delle rette del nido, ampliando i giardini d'infanzia».

L'obiettivo è concludere i lavori del nido Pia Strozzi entro il 2024 e procedere con gli inserimenti.

L'intitolazione a Pia Strozzi

Il nido, come proposto qualche tempo fa dalla sindaca Elena Piastra, sarà dedicato a Pia Strozzi, figura di rilievo nella storia recente di Settimo. Consigliera Comunale (una fra le prime donne a ricoprire questo ruolo), Consigliera Provinciale, operaia, sindacalista e operatrice all'asilo nido Papà Cervi. In questo ruolo ha contribuito a rendere il nido un luogo davvero educativo.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali