Attualità
San Raffaele Cimena

Il decennale del Moto club della collina

Il sodalizio guidato da Armando Pinton conta oggi un centinaio di soci.

Il decennale del Moto club della collina
Attualità 16 Aprile 2022 ore 07:52

Il decennale del Moto club della collina

Moto club collina

Il Moto club della collina torinese ha tagliato un primo importante traguardo della sua storia: quello del decennale. Un appuntamento festeggiato con una cena sociale, che si è svolta nella serata di sabato scorso al ristorante Ca’ Rossa di San Raffaele.

La cena

Emozionato il presidente Armando Pinton, che ad inizio della serata ha salutato tutti i soci e ringraziato l’Amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Ettore Mantelli e dall’assessore Gemma Cordero.
«Ricordo come se fosse ieri il giorno in cui abbiamo dato vita al club - ha detto il presidente Pinton -. Con il passare degli anni abbiamo portato avanti diverse iniziative e siamo cresciuto anche a livello numerico. Oggi sfioriamo quota cento, siamo 95».
Dopo il presidente Pinton la parola è passata al primo cittadino sanraffaelese Ettore Mantelli: «Il Moto club della collina torinese tra le associazioni del territorio è certamente una delle più rappresentative. Prende parte ad ogni manifestazione che viene proposta a San Raffaele in gran numero».
Il Moto club della collina è iscritto alla Federazione e si propone di organizzare, oltre ad appuntamenti legati all’ambito culturale e sociale, anche momenti di moto-turismo medio lungo, alla scoperta di quelli che sono i territori più belli che caratterizzano la nostra Regione ma non solo.

Gli eventi della domenica

Dopo la cena del sabato sera, infatti, sono seguiti altri due momenti importanti, che hanno diviso il gruppo dei motociclisti in due. Una parte, la domenica, si è recata a fare un giro in moto con aperitivo, facendo tappa, tra gli altri, anche a Superga. Un’altra parte del club, invece, ha fatto una trasferta più impegnativa sino a Locarno, in Svizzera.
Raggiunto il decennale, l’obiettivo del Moto club collinare è ora quello di proseguire nella strada che è stata intrapresa e continuare dunque a rappresentare un vero e proprio punto di riferimento per i motociclisti del territorio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter