Edilizia popolare

Ex Gescal: due case popolari sistemate da Atc

L'amministrazione inoltre illustra quanto è stato fatto in questi anni per il quartiere in termini di manutenzione

Ex Gescal: due case popolari sistemate da Atc
Pubblicato:

Il presidente dell'Agenzia territoriale per la Casa del Piemonte Centrale Emilio Bolla e il vicepresidente Fabio Tassone (nella foto) hanno accompagnato nei giorni scorsi l'assessore regionale alle Politiche della Casa Chiara Caucino a visitare alcuni alloggi di edilizia residenziale pubblica recentemente riqualificati con i contributi dei fondi ex Gescal.

Il sopralluogo a Settimo

Il sopralluogo ha riguardato anche Settimo Torinese. «Grazie alle risorse che ci ha messo a disposizione la Regione – ha dichiarato Emilio Bolla – stiamo ristrutturando oltre 130 alloggi sul territorio della Città Metropolitana di Torino; prossimamente interverremo anche con il miglioramento della sicurezza degli immobili e l’abbattimento delle barriere architettoniche, sfruttando completamente la prima tranche di finanziamenti di oltre 5 milioni di euro».

I primi alloggi già consegnati ai Comuni dopo i lavori di riqualificazione si trovano a Moncalieri, Chieri, Settimo Torinese, Pinerolo, Giaveno, Venaria Reale, Caselle Torinese, Ivrea, Castellamonte, Rivarolo, Cuorgnè e Druento; altri alloggi verranno consegnati nei prossimi giorni a San Mauro Torinese, Nichelino e Ciriè.

Due case popolari sistemate da Atc

A confermarlo anche l’amministrazione locale: «Risale ai giorni scorsi la notizia della consegna di due case popolari sistemate da Atc (grazie al cosiddetto fondo Gescal) che verranno assegnate in base alla graduatoria e alle persone inserite in emergenza abitativa».

L'amministrazione: ecco cosa è stato fatto alle ex Gescal

Amministrazione che sul quartiere aggiunge: «In questi anni è intervenuto soprattutto in termini di manutenzione pubblica. Sul parco Oasi della speranza sono stati sistemati i giochi per i bambini e lo chalet, ad esempio. Al parco Pirandello, invece, sono state apportate migliorie sostituendo tratti di pavimentazione usurate e dotando un'ampia zona del giardino di una nuova e adeguata illuminazione al fine di consentirne l'utilizzo da parte dei bambini più a lungo. Sono in previsione altri piccoli interventi per migliorare lo strato di ghiaia presente intorno alla pavimentazione antitrauma sotto le altalene».

«Sono stati avviati i lavori di progettazione di una chiusa sul canale che collega il laghetto dell'Oasi con quello del parco Castelverde e il consolidamento delle sponde», aggiungono da palazzo civico. «Dovrebbero partire a brevissimo i lavori di rifacimento di un ultimo tratto delle sponde del lago, al fine di trattenere completamente l'acqua all'interno del bacino».

E ancora:

«Sono state sistemate le staccionate dei percorsi ciclabili in direzione Castelverde e sono stati riasfaltati i parcheggi di via Einaudi e di via Consolata e la società Patrimonio è intervenuta a sistemare l'illuminazione pubblica nell'area mercatale».

«In zona è stato inoltre installato un cassonetto “intelligente” Coripet per la raccolta della plastica. E’ stato effettuato anche un intervento di potenziamento della sicurezza nell’area di ingresso della scuola Andersen, con l’allargamento del marciapiede a tutela degli studenti. E sempre su quel plesso si sono svolti vari lavori di adeguamento dei locali, la sistemazione della palestra, l’installazione di nuovi giochi nell’area esterna».

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali