A RIVALBA

Al via due giorni di Patronale a numero chiuso

Il programma degli eventi parte con la cena su prenotazione di stasera (sabato 1)

Al via due giorni di Patronale a numero chiuso
Eventi Settimo, 01 Agosto 2020 ore 06:40

Al via due giorni di Patronale a numero chiuso

Patronale

Un’edizione della festa patronale di Sant’Amanzio un po’ rivisitata quella si svolgerà a Rivalba da stasera, sabato 1 agosto 2020.
Purtroppo le restrizioni dovute alle norme anti contagio per il Coronavirus non hanno permesso di organizzare i soliti festeggiamenti che ogni anno caratterizzano il paese collinare e che attirano tantissime persone.
Per evitare assembramenti non ci saranno serate musicali e danzanti, eventi sportivi e la tipica Sagra del Tartufo estivo con la simulazione di ricerca con i cani.
Ma nonostante il periodo particolare si è pensato di organizzare comunque qualcosa per onorare il santo patrono e far sì che le tradizioni restino vive, mantenendo una sorta di normalità, per quanto sia possibile.
Basterà fare attenzione, mantenere le distanze e avere un po’ di pazienza.
Due gli appuntamenti organizzati per l’edizione 2020 della festa patronale di Sant’Amanzio ai quali siete tutti invitati a partecipare.

Il programma

Sabato 1 agosto è prevista la «Cena sotto le stelle» alle ore 20 presso il campo sportivo organizzata in collaborazione con il Gruppo La Trona e la Pro Loco Rivalbese.
Il menù prevede prosciutto e melone, tomini verdi e rossi, tagliatelle al ragù, porchetta con patate, caffè, dolce, acqua e vino al costo di 20 euro. Per i bimbi di età inferiore ai 6 anni è previsto un menù ridotto a 10 euro con prosciutto e melone, tagliatelle al ragù, patatine e dolce, acqua o bibita. I posti sono limitati per cui è obbligatoria la prenotazione telefonando al Comune di Rivalba al numero 011/9604527 int. 4.
Domenica 2 agosto alle ore 10.15 verrà celebrata da don Carlo Fassino nel cortile della scuola elementare. A seguire la visita guidata alla chiesetta della Trinità.
La cena e la Santa Messa avverranno nel rispetto delle norme anti contagio, dettate dai Decreti del presidente del consiglio (DPCM) vigenti. L’ingresso nelle varie aree dovrà avvenire indossando obbligatoriamente la mascherina.