Sport
Grandi appuntamenti

Al Pala 200 di Settimo le eccellenze nazionali del Karate e del Judo

La città della Torre ancora al centro dell'attenzione sportiva

Al Pala 200 di Settimo le eccellenze nazionali del Karate e del Judo
Sport Settimo, 16 Novembre 2022 ore 16:55

Al Pala 200 di Settimo le eccellenze nazionali del Karate e del Judo

Karate e Judo

Sarà un tatami d’eccezione quello che al Pala200 di Settimo farà da sfondo a due manifestazioni di respiro nazionale. E’ un risultato tutt’altro che scontato essere riusciti a portare in città i campionati italiani assoluti di karate e di judo organizzati dalla federazione Fijlkam che si terranno nei week end del 18-20 novembre e del 10-11 dicembre.

Gli eventi

E’ sottinteso che a Settimo approderanno «gli atleti che rappresentano la crema, il top delle arti marziali nel nostro Paese», sottolinea un entusiasta Fabrizio Marchetti, presidente regionale della Fijlkam. Un doppio evento che in tanti, bisogna ammetterlo, hanno sognato dall’apertura del palazzetto di via Santa Cristina e, ancora da prima, quando il judoka Fabio Basile ha conquistato l’oro olimpico nel judo a Rio 2016, e non c’era bisogno di essere appassionati o addetti ai lavori per capire che una manifestazione del genere avrebbe rappresentato per il nostro territorio il coronamento di un percorso sportivo di altissimo livello. Un pezzo alla volta si è riusciti a costruire un mosaico di relazioni istituzionali e sportive che ha consentito che dal prossimo fine settimana il Pala200 venga invaso dai massimi esponenti del karate e del judo tricolore. Per di più a Settimo...

Un altro appuntamento nazionale in città

«L’arrivo della massima competizione in Piemonte - aggiunge il presidente Marchetti - è un riconoscimento delle nostre eccellenze sportive. In Piemonte abbiamo numerose realtà che si sono distinte con risultati eccellenti a livello mondiale, cito su tutte la società, la Akiyama Settimo, uno dei fiori all’occhiello del nostro movimento, capace di sfornare talenti come Fabio Basile e altri atleti di primissimo piano. Per la nostra Federazione gli Assoluti rappresentano un impegno organizzativo importante che si unisce al prestigio di rendere ancora più accessibile al pubblico una disciplina che così tante soddisfazioni ci ha dato a livello internazionale». Inevitabile, evidentemente, pensare alla società di casa, l’Akiyama. Blasonata e rispettata a livello internazionale e paragonata, per numero e importanza dei suoi atleti, a una “nazionale” vera e propria.- Una realtà che, come ha ricordato Andrea Regis, consigliere federale in quota degli atleti, «Oltre a Fabio Basile ha cresciuto atleti come Manuel Lombardo (5° alle Olimpiadi di Tokyo) e Nicholas Mungai. Un grande onore essere qui al Pala200 che prende il nome proprio da quella 200esima medaglia di Basile: qui, il presidente del Coni Malagò, nel giorno dell’inaugurazione del palazzetto disse che questa doveva diventare anche “la casa delle arti marziali”, e grazie anche a “Piemonte Regione Europea dello Sport” siamo stati in grado di organizzare una manifestazione così importante».

Si inizia con il karate

Sarà il karate, da venerdì 18 a domenica 20, ad avere l’onore e l’onere di aprire le competizione di questa edizione 2022 dei campionati italiani assoluti della Fijlkam. «Siamo veramente molto orgogliosi di essere qui per annunciare questi campionati», ha esordito Patrizia Giordanengo, vicepresidente regionale - settore karate. «Generalmente tutte le finali si svolgono al centro olimpico di Ostia, ma per quest’anno abbiamo la fortuna non solo di disputare contemporaneamente quelle di kata e kumite nella stessa cornice, ma soprattutto di farlo in Piemonte e a Settimo in particolare. Faremo tutto il possibile affinché questa manifestazione che vanta dei numeri molto importanti, sia veramente una tre giorni di festa per tutti». Soltanto per la tre giorni dedicata al karate, in termini di partecipazione, si parla già di un totale di circa 850 atleti presenti. Tra questi, anche se non per gareggiare, dovrebbe fare capolino anche la stella del karate olimpico, vincitore della prima medaglia d’oro al debutto della disciplina a Tokyo 2020, Luigi Busà. Ospite d’eccezione, insieme all’attesissimo Fabio Basile, temporaneamente fuori dalle gare perché in fase di recupero dopo un’operazione alla spalla.
«Già il termine “Assoluto” ci offre l’idea di quanto questa manifestazione sia importante e di valore per i nostri sport che sono molto praticati soprattutto tra i giovani - ha aggiunto Roberto Borgis, vice presidente regionale Fijlkam -. In Italia le arti marziali sono la terza-quarta “forza” sportiva per numeri di praticanti e, soprattutto tra le fasce d’età più giovani, siamo molto presenti. Questo anche perché le nostre discipline non hanno una valenza soltanto sportiva, ma anche e soprattutto educativa: basti pensare che le arti marziali sono l’unica disciplina che prevede un “saluto” tra gli atleti». Un’occasione di fondamentale importanza per la Città di Settimo e più in generale per tutto il Piemonte che può fregiarsi di quegli importantissimi risultati sportivi che hanno consentito di portare sul territorio una manifestazione così importante per questi atleti. «Non dimentichiamo - ha sottolineato Marchetti - che la vittoria dei campionati italiani assoluti - è il primo passo per moltissimi giovani atleti per iniziare la propria carriera nelle nazionali».

Seguici sui nostri canali