Scuola
Dalla Regione

Gli Istituti Comprensivi di Castiglione e Gassino «beneficiano» di contributi per gite in montagna

Anche per iniziative legate allo sport 1500 euro. Premiato l’IC3 di Settimo

Gli Istituti  Comprensivi di Castiglione e Gassino «beneficiano» di contributi per  gite in montagna
Scuola 21 Gennaio 2023 ore 08:39

Gli Istituti Comprensivi di Castiglione e Gassino «beneficiano» di contributi per gite in montagna.

Istituti Comprensivi

Una «dote» speciale, spedita direttamente dai piani alti della Regione, che premia gli istituti scolastici della collina per favorire l'organizzazione di gite in montagna e le attività sportive.

I contributi

Il bottino se lo aggiudicano il comprensivo di Castiglione e quello di Gassino che, insieme al terzo comprensivo di Settimo, figurano nella lista delle oltre ottanta scuole del primo ciclo (quindi, elementari e medie) che riceveranno i fondi regionali stanziati dalla giunta Cirio per sostenere l'ampliamento dell'offerta formativa, con una particolare attenzione, appunto, alle gite in montagna e allo sport. Circa 114.000 euro il contributo complessivo, erogato dall'assessorato all'Istruzione della Regione, per potenziare la proposta didattica di 88 scuole piemontesi – di cui 41 solo del torinese - che potranno giovare di queste risorse per coprire le spese necessarie per lo svolgimento della pratica di attività sportive o per l’organizzazione di giornate in montagna. E tra gli istituti che hanno partecipato al bando e che riceveranno i finanziamenti regionali, ci sono anche quelli di Castiglione e di Gassino. Oltre all'Ic III di Settimo. Nel dettaglio, come si apprende dal documento ufficiale diffuso dalla Regione, ammonta a 1500 euro l'importo che riceveranno le scuole dei nostri territori e che verranno destinati al capitolo «Montagna», quello, sostanzialmente, dedicato alle uscite didattiche all'aperto, proprio nell'ottica di incentivare le gite fuori porta, o meglio, fuori aula. Un punto di partenza importante che mette a segno la chiusura di un bando inserito in un percorso più ampio, finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa, su cui la Regione Piemonte ha stanziato complessivamente circa 1,8 milioni di euro per aumentare in qualità e quantità la didattica nell’anno scolastico in corso e nel prossimo.

L'obiettivo

L'obiettivo, infatti, è quello di favorire un sistema scolastico che non si limiti solo al contesto classe ma che sia in grado di coniugare l'apprendimento sui banchi con momenti all'aria aperta e allo stesso tempo formativi. «Crediamo fermamente che potenziare le attività sportive in classe favorirà socialità e rispetto delle regole: un supporto fondamentale alla crescita di ciascuno e come Regione continueremo a lavorare per fortificare questa sinergia tra sport e istruzione», ha dichiarato l'assessora regionale all’Istruzione e Merito, Elena Chiorino, concentrandosi, in particolar modo, sul ruolo fondamentale dello sport che è sinonimo di «salute» e di «scuola di vita».

Seguici sui nostri canali