Città Metropolitana di Torino

Una “consigliera di parità” contro le discriminazioni e le disuguaglianze

Michela Quagliano, nominata dal Ministero

Una “consigliera di parità” contro le discriminazioni e le disuguaglianze
Politica Torino, 17 Febbraio 2021 ore 16:54

Una “consigliera di parità” contro le discriminazioni e le disuguaglianze

Consigliera di parità

E’ stata nominata  dal Ministero delle Pari Opoortunità la nuova consigliera di parità per la Città Metropolitana di Torino. E’ l’avvocato Michela Quagliano.

L’incontro col vice sindaco Marocco

Nella giornata di oggi, mercoledì 17 febbraio 2021, la consigliera di parità ha incontrato il vice sindaco metropolitano Marco Marocco.

Queste le sue prime parole:

“In tempi difficili come quelli che stiamo vivendo, bisogna partire dalle discriminazioni e dalle diseguaglianze per far ripartire il Paese. Un impegno per cui mi sono candidata per restituire qualcosa alla mia città. Kennedy diceva: Non domandarti cosa lo Stato può fare per te, domandati cosa puoi fare per lo Stato”.

L’attività svolta dal Consigliere di parità è dovuta per legge, e rientra fra le competenze della Città metropolitana.

Fra le situazioni in cui il consigliere  di parità può fornire consulenza e intervenire vi sono per esempio la preferenza per persona di un altro sesso al momento dell’assunzione, a parità di tutte le altre condizioni; ostacoli nella conciliazione degli impegni lavoro/famiglia; trasferimenti, licenziamenti o demansionamenti al ritorno dal congedo per maternità; cambio delle condizioni contrattuali all’annuncio della gravidanza; rifiuto dei congedi per malattia dei figli; rifiuto o limitazione dei congedi genitoriali (per mamme e per papà); rifiuto del part time richiesto per problemi familiari; limitazioni o impedimenti alla progressione di carriera; molestie anche a sfondo sessuale; mobbing.

il ruolo del consigliere di parità

Il consigliere  di parità può intervenire con consulenze, attività di mediazione e anche in giudizio. Oltre a questa attività, partecipa ai tavoli, alle reti e alle attività di progettazione strategica e di proposta di iniziative sia in ambito formativo che in quello relativo alle politiche attive del lavoro. Michela Quagliano prende il posto di Gabriella Boeri che è stata la consigliera  di parità per due mandati e sarà affiancata da una Consigliera supplente, Elisa Raffone.

Sottolinea il vice sindaco metropolitano Marocco:

“Un ruolo importantissimo, che trova nella dimensione metropolitana la sua giusta misura e hanno una ricaduta sul territorio favorevole e che per questo è sempre stato sostenuto da nostro Ente, che anche su questi temi rivendica la conoscenza capillare del territorio e la capacità di coordinamento delle iniziative”.

Molti i temi affrontati nel corso del colloquio, dalle iniziative congiunte come la vicina data dell’8 marzo, che la Città metropolitana di Torino dedicherà alle questioni legate al linguaggio di genere, o le difficoltà economiche legate al ruolo dei consiglieri di parità, che faticano ad aver fondi propri per gestire trasferte, partecipazioni a iniziative e per essere parti attive nei processi, a fianco delle vittime.

Passando il testimone la consigliera di parità uscente Boeri ha commentato:

“Rispetto alla crisi economica del 2008, questa crisi legata alla pandemia ha colpito decisamente di più le donne, avendo impattato maggiormente su attività in cui erano più impiegate”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli