Per migliorare la città

Recovery plan, quattro i progetti "targati" Settimo

L'Amministrazion spera di poter ottenere i finanziamenti necessari alla loro realizzazione

Recovery plan, quattro i progetti "targati" Settimo
Politica Settimo, 25 Aprile 2021 ore 14:50

Recovery plan, quattro i progetti "targati" Settimo

Recovery plan

Sono quattro - al momento - gli interventi per Settimo  che sono stati inseriti nel piano del Recovery Plan del Piemonte.

I progetti

Tre di questi riguardano la «missione M-2», quella relativa alla «Rivoluzione verde e Transizione tecnologica», con particolare attenzione all’efficientamento energetico e al rinnovamento degli edifici pubblici. In questo senso la Città di Settimo ha cercato di cogliere immediatamente la palla al balzo.
Tra i progetti presentati c’è quello che riguarda il rinnovamento dell’edificio del Palazzo Comunale proprio in termini di efficientamento energetico, andando a rinnovare le strutture della struttura municipale che vale 2 milioni di euro. A seguire c’è ancora il completamento degli interventi relativi al progetto di Corona Verde - Il Bosco in Città, vicenda che ha particolarmente catturato l’attenzione anche delle associazioni ambientaliste del territorio. Un progetto il cui costo è stato stimato in 2,5 milioni. Infine, sempre nell’ambito del miglioramento del profilo energetico e del rinnovamento della mobilità sostenibile, si colloca anche il progetto che punta al completamento dell’iniziativa di «Corona di Delizie» e, quindi, all’adeguamento del ponte ciclabile che oltrepassa l’autostrada Torino-Milano, per mettere in collegamento il territorio di Settimo con gli altri comuni dell’area limitrofa della Città Metropolitana, permettendo il raggiungimento anche del territorio di Venaria Reale (per 3 milioni di euro di spesa).

Edifici scolastici

Ultimo, ma non per importanza, il progetto intitolato «La Città, i ragazzi, la scuola» il cui costo è stimato in 10milioni di euro inseriti nel piano del Recovery Plan piemontese. Un ampio intervento di riqualificazione delle scuole del Borgo Nuovo e, in particolare, della elementare Martiri della Libertà e della limitrofa materna Pezzani. Nell’ambito del progetto si prevede la realizzazione di nuovi plessi che possano garantire ulteriore sicurezza agli studenti del territorio, nonostante gli interventi di adeguamento che sono stati realizzati nel corso degli anni scorsi. L’obiettivo è, appunto, quello di realizzare nuovi edifici che possano accogliere i bambini dell’infanzia e dell’elementare del Borgo Nuovo.