Castiglione

Nuovo centro commerciale, dal Consiglio di Stato il "no" definitivo al progetto

Un tema che per anni è stato al centro del dibattito politico in Comune

Nuovo centro commerciale, dal Consiglio di Stato il "no" definitivo al progetto
Politica 09 Gennaio 2021 ore 13:38

Nuovo centro commerciale, dal Consiglio di Stato il "no" definitivo al progetto

Nuovo Centro commerciale

Il centro commerciale a Castiglione non si farà. Il «no» definitivo è arrivato con la sentenza pronunciata dal Consiglio di Stato, che di fatto ha accolto la linea portata avanti dalla precedente Amministrazione comunale e proseguita da quella attuale.

Il caso

La vicenda politica e anche legale, riguarda la destinazione d’uso dell’area industriale della fabbrica Bosio.
Puntualizza il sindaco Loris Lovera: «La richiesta della proprietà di cambiare l’impiego di questa rilevante porzione del nostro territorio, da sito produttivo a commerciale, era stata a suo tempo oggetto di molta discussione, e di motivate proteste da parte della cittadinanza, contro la prospettiva della realizzazione di un ennesimo centro commerciale a discapito del commercio locale e di prossimità, con effetti negativi su tutto lo sviluppo economico del territorio. L’Amministrazione comunale precedente aveva accolto queste argomentazioni e respinto la richiesta di mutamento di destinazione d’uso; la questione era stata poi oggetto di diversi ricorsi legali, e la attuale Amministrazione ha confermato la posizione contraria ad un insediamento commerciale». Commenta il primo cittadino castiglionese: «Siamo lieti che sia stata sancita la correttezza e validità delle ragioni dell’Amministrazione, a favore di uno sviluppo del territorio fondato sulle attività economiche a servizio della comunità, e auspichiamo che sull’area industriale Bosio si possa riprendere una discussione positiva, per la sua valorizzazione sostenibile e integrata nello sviluppo del territorio».

I commenti

E’ stata l’Amministrazione guidata dall’attuale capogruppo di minoranza Roberto Pignatta, ad approvare la delibera con la quale il Comune aveva espresso parere contrario alla realizzazione del centro commerciale. «E questa pronuncia da parte del Consiglio di stato - puntualizza proprio Roberto Pignatta - non fa altro che confermare le motivazioni che noi avevamo espresso con la delibera approvata in Consiglio il 27 luglio del 2017. La nostra era stata una scelta amministrativa molto importante per il bene del nostro territorio ed oggi rivendichiamo ancora di più la decisione presa».
Ma anche l’ex consigliere Antonio Serlenga, oggi fuori dal parlamentino castiglionese ma nel 2017 seduto tra gli scranni della minoranza, ci tiene a mettere in evidenza alcuni passaggi importanti. «Adesso tutti si prendono meriti. Ma sono stato io e all’ora gruppo dei Cinque Stelle a portare avanti la battaglia contro il centro commerciale. Sono stato io, con la lista Noi per Castiglione, a girare tra i commercianti per raccogliere le firme contro questo progetto. E più di 600 sono state le adesioni. Dunque, mi fa davvero specie sentire che tutti stanno rivendicando la paternità di questo successo».