San Raffaele Cimena

L’opposizione boccia il progetto della nuova area commerciale al confine con Gassino: «Vogliamo un confronto con la Giunta»

Le preoccupazioni del gruppo Noi per Voi guidato da Clara Marta

L’opposizione boccia il progetto della nuova area commerciale  al confine con Gassino: «Vogliamo un confronto con la Giunta»
Politica 17 Luglio 2021 ore 09:27

L’opposizione boccia il progetto della nuova area commerciale al confine con Gassino: «Vogliamo un confronto con la Giunta».

Nuova area commerciale

Fa discutere la futura realizzazione di una nuova area commerciale tra Gassino e San Raffaele. Un intervento che, dal punto di vista strutturale ricade tutto sotto il territorio di Gassino, ma necessariamente andrà ad «influire» sui comuni collinari, San Raffaele primo tra tutti.

Lo sfogo della minoranza

E’ per questo che è subito arrivato il parere negativo dell’opposizione in Consiglio comunale. «La lista civica Noi per Voi - sottolinea la capogruppo Clara Marta - ha sempre espresso la propria contrarietà alla realizzazione del supermercato tra Gassino e San Raffaele. Vorremmo avere più dettagli a proposito della bonifica dell’area in questione, intervento definito come parallelo alla futura presenza dell’insediamento commerciale. Gli interventi di carattere ambientale sono sempre opportuni, ma visto che c’è di mezzo anche il nuovo supermercato chiediamo al Comune di darci maggiori informazioni. A proposito penso in particolare alle problematiche che il nuovo insediamento potrebbe causare ai negozi tradizionali che rischierebbero di cessare l’attività dopo i gravi danni già subiti per la pandemia e la crisi economica che già li colpiva prima del Covid. Dobbiamo tutelare e valorizzare il commercio locale, di certo non penalizzarlo ulteriormente. Su quali basi, senza che vengano fornite precise informazioni alla cittadinanza, si può affermare che il supermercato non andrebbe in conflitto con la sopravvivenza dei negozi tradizionali? La nostra lista è per lo sviluppo del territorio. In questo senso, ad esempio, sosteniamo che la carenza di infrastrutture viarie rappresenta per una comunità la principale causa di isolamento e quindi la nuova tangenziale, così come concepita in modo innovativo, sarebbe molto importante. Soprattutto in chiave di ripresa dopo la pandemia anche San Raffaele Cimena deve essere collegato con il territorio attraverso una rete stradale che, nel pieno rispetto dell’ambiente, favorisca lo spostamento delle merci e delle persone. Quindi ben vengano le opere utili ma non quelle che, come a nostro avviso il supermercato, non porterebbero vantaggi all'economia del territorio. Su questi temi chiediamo quindi un confronto franco e trasparente con la maggioranza in Comune».

La replica del sindaco

Sottolinea il sindaco Ettore Mantelli: «Ben disponibili al confronto, quando ci saranno da dare dei nostri suggerimenti o punti di vista saremo assolutamente pronti a darli, tenendo conto però che è una decisione che non dipende dal territorio di San Raffaele».