L'intervista

L'onorevole Costanzo: «Facilitare le vaccinazioni e riaprire tutti i negozi nei centri commerciali anche nei fine settimana»

La deputata castiglionese interviene sulle ultime novità nella lotta alla pandemia

L'onorevole Costanzo: «Facilitare le vaccinazioni e riaprire tutti i negozi nei centri commerciali anche nei fine settimana»
Politica 18 Maggio 2021 ore 09:19

Vaccinazioni e riaperture delle attività commerciali: sono i punti fondamentali da affrontare per superare l’emergenza sanitaria e le sue conseguenze economiche. Ne abbiamo parlato con la deputata torinese Jessica Costanzo, del Gruppo Misto, che ci ha illustrato alcune novità in merito.

Sulle vaccinazioni

Martedì scorso ha partecipato all’inaugurazione del nuovo punto vaccinale presso il salone della Società Operaia di Castiglione.
«Ho già espresso il mio ringraziamento al sindaco Loris Lovera, a tutti i sindaci del nostro territorio, all’AslTo4 con il commissario Luigi Vercellino, ai medici di medicina generale, alle rappresentanze delle associazioni di volontariato e dell’Arma dei carabinieri. Credo che vaccinarsi in sicurezza, con un’organizzazione logistica adeguata e capillare sul territorio, sia un diritto di tutti i cittadini. Al primo posto, in questo momento drammatico, vanno infatti poste le necessità di chi è più fragile. Ora, una volta gettate le basi, credo che vada fatto un passo in più. Occorre agire tempestivamente per eliminare trasversalmente i disagi, le attese inutili e costi di viaggio per le tantissime persone che non vivono in prossimità di punti vaccinali e tendoni adibiti alla vaccinazione: è una questione di giustizia ed equità. Sono ancora troppi i comuni distanti da punti vaccinali, mal serviti e costretti a lunghi percorsi per raggiungerli. Il nuovo punto vaccinale di Castiglione è in ogni caso una buonissima notizia: agisca da stimolo per la riduzione delle disuguaglianze sanitarie. Nessuno deve essere lasciato indietro, soprattutto in riferimento a un diritto fondamentale come quello alla salute».

Riaperture nei weekend degli esercizi nei centri commerciali

Veniamo a un altro tema molto sentito dal territorio: quello della riapertura nei week-end degli esercizi all'interno dei centri commerciali.
«In particolare per le attività considerate fin da subito come essenziali, quali i parrucchieri. Infatti, ho presentato un emendamento al Decreto Riaperture che prevede la loro riapertura a partire dal prossimo 1° giugno. Ho sempre considerato una sperequazione ingiustificata il fatto che tali attività - e in particolare i servizi per le persone - siano rimaste chiuse durante i week-end nei centri commerciali mentre al di fuori, magari a pochi metri di distanza, esercizi analoghi siano sempre rimasti aperti. Il fatto che nelle bozze del nuovo decreto riaperture fosse comparsa la ripartenza dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi a partire dal 15 maggio e che poi questa norma sia stata cancellata in fase di approvazione da parte del Consiglio dei Ministri mi è parsa un'ingiustizia, peraltro non suffragata dalle altre disposizioni. Hanno finalmente riaperto in sicurezza - anche se a capienza ridotta - cinema e teatri, progressivamente si andrà verso la riapertura dei ristoranti, delle piscine, delle palestre, mentre i piccoli negozi nei centri commerciali sono ancora chiusi nei fine settimana. Non si tratta ovviamente di fare delle gerarchie o di promuovere una guerra tra attività. Semplicemente, anche per una questione di omogeneità, ritengo sia il momento che il Governo consenta anche agli esercizi dei centri commerciali di riaprire in sicurezza per ovviare al più presto alla disparità in atto».