Politica
Dal Comune

Gassino, stanziati 25mila euro per le scuole

Saranno destinati ai progetti formativi

Gassino, stanziati 25mila euro per le scuole
Politica 29 Gennaio 2022 ore 08:58

Gassino, stanziati 25mila euro per le scuole.

Scuole

Pioggia di fondi per le scuole del territorio. Circa venticinque 25 mila euro di contributi, stanziati dall’Amministrazione attraverso una serie di delibere, sono stati destinati proprio in questi giorni ai progetti del piano di offerta formativa e alle attività rivolte agli studenti con disabilità.

Gli stanziamenti

Nel dettaglio 7.200 euro sono i sostegni «rivolti all’assistenza scolastica degli alunni con handicap», mentre 17.700 euro andranno al Ptof per finanziare le attività scolastiche e le spese per piccole necessità. Tra i progetti che troveranno sovvenzione grazie a questi contributi ci sarà l’aiuto compiti, un’iniziativa che ha sempre avuto un grande successo nelle scuole gassinesi e che verrà riattivata quest’anno grazie ad un finanziamento di 2.000 euro. «Unica differenza rispetto ai precedenti anni scolastici – dettaglia l’assessore all’Istruzione Rosetta Tropea – è che non sarà il Comune ad occuparsene ma direttamente la scuola, la quale si è impegnata a trovare una cooperativa che segua i ragazzi in questa attività».

Consiglio dei ragazzi

Mille  euro poi per il Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi, attività ferma da qualche anno a causa della pandemia ma pronta a riprendere in questo 2022. «I nostri studenti – prosegue Tropea – sono impegnati proprio in queste settimane nella campagna elettorale, pur con grande attenzione al rispetto delle regole vista la fase delicata che stiamo vivendo e il fisiologico numero di alunni e famiglie in quarantena. Le elezioni “in miniatura” si terranno nel mese di febbraio». Infine 1.700 euro saranno dedicati alle spese generali, «Dal rifornimento dell’infermeria della scuola con acquisto di materiale utile al primo soccorso, fino alla cancelleria utile nelle classi».
«Si tratta di contributi che stanziamo ogni anno e che con la pandemia abbiamo ritenuto doveroso aumentare dall’anno scorso. Anche per sostenere il grande lavoro che l’Istituto comprensivo sta facendo in questi duri anni segnati dal Covid, affermando le nostre scuole come luoghi sicuri e ideali alla crescita dei ragazzi» conclude infine l’assessore.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter