Politica
San Raffaele Cimena

Città Metropolitana, Clara Marta sfiora l’ingresso nel nuovo Consiglio: è la prima esclusa della lista civica Per il Territorio

Il risultato della consigliera sanraffaelese può essere comunque considerato lusinghiero.

Città Metropolitana, Clara Marta sfiora l’ingresso nel nuovo Consiglio: è la prima esclusa della lista civica Per il Territorio
Politica 26 Dicembre 2021 ore 09:19

Città Metropolitana, Clara Marta sfiora l’ingresso nel nuovo Consiglio: è la prima esclusa della lista civica Per il Territorio.

Città Metropolitana

Alla fine non c’è la fatta ad entrare nel nuovo Consiglio della Città Metropolitana. Dopo le elezioni che si sono svolte nella giornata di domenica 19 dicembre, la capogruppo di minoranza Clara Marta risulta essere la prima esclusa della lista civica Per il Territorio.

Le elezioni

Nonostante non sia riuscita a conquistare uno dei 18 scranni che erano in «palio», il risultato della consigliera sanraffaelese può essere comunque considerato lusinghiero. «Resta il rammarico per essere la prima esclusa ma ero consapevole fin dall’inizio che non sarebbe stato assolutamente semplice riuscire a raggiungere l’obiettivo. Sono soddisfatta per il numero di voti che sono riuscita a prendere, anche considerando in proporzione la grandezza, dal punto di vista degli abitanti, dei nostri Comuni. Mi spiace però, in linea generale, che il nostro territorio collinare non abbia un rappresentante nel nuovo Consiglio. Sarebbe stato importante che almeno uno tra me e Andrea Gavazza fosse riuscito ad entrare, indipendentemente dallo schieramento di appartenenza». Oltre ad essere la prima esclusa, la capogruppo consiliare di minoranza è comunque la prima donna per numero di preferenze, della lista civica Per il territorio.

Impegno sul territorio

«Proseguirà il mio impegno per ascoltare quelle che sono le esigenze della nostra zona collinare. Seppur fuori dal Consiglio Metropolitano è mia intenzione continuare a portare avanti il rapporto con le altre Amministrazioni della zona, in un’ottica di collaborazione perr il futuro. Queste settimane che ho trascorso a prendere contatti e a confrontarmi con gli altri amministratori della zona sono state molto positive e costruttive. Poi, essendo io la prima esclusa vedremo come si evolveranno le cose con il passare del tempo, ma ribadisco, il mio impegno resta».