Politica
A San Raffaele Cimena

A metà mandato, opposizione critica: "Serve un confronto"

Al centro dell'attenzione temi come l'Housing sociale, la scuola, ed altri progetti.

A metà mandato, opposizione critica: "Serve un confronto"
Politica 06 Novembre 2021 ore 13:30

A metà mandato, opposizione critica: "Serve un confronto"

Metà mandato

Ci stiamo avvicinando alla metà del mandato amministrativo ed è tempo di bilanci. E’ la capogruppo dell’opposizione Clara Marta a tracciare una sua opinione sull’operato dell’Amministrazione.

Le richieste

"Credo sia importante un confronto in Consiglio comunale, anche in relazione ai progetti realizzati e ancora da realizzare del programma dell'attuale maggioranza presentato alle ultime elezioni comunali. Sottolineo quindi alcuni punti significativi annunciati e ancora in divenire o non iniziati. In primo luogo il Social Housing: che fine ha fatto? Era stato presentato un po' come il fiore all'occhiello di quel programma. La lista Noi per Voi, pur non dichiarandosi contraria a prescindere a tale iniziativa, l'aveva giudicata sovradimensionata rispetto alle esigenze di San Raffaele Cimena e aveva chiesto maggiori notizie. Ma nulla più si è saputo. Altro tema importantissimo per il nostro paese è la scuola. Più volte abbiamo chiesto informazioni dettagliate sull'iter dei lavori, sui fondi impiegati e su altri aspetti. Questo è un intervento non soltanto strutturale ma di grande rilevanza sociale che, se realizzato adeguatamente, rappresenta un investimento sui giovani e per il futuro della nostra comunità, poiché la scuola è luogo fondamentale per l’educazione, la formazione e l’aggregazione dei nostri figli. Vorremmo anche in questo caso avere aggiornamenti. Così come chiediamo ragguagli su altri punti significativi che erano stati annunciati: la pista ciclabile lungo il canale Cimena, il recupero dell'area ex Protezione Civile Rampi, spazi e strutture (anche all'interno della scuola) da dedicare allo sport e all'aggregazione, la copertura del campo di calcetto, il recupero delle aree collinari abbandonate, l'area mercatale in piazza Moie, la pulizia dei rii San Bernardo e Viriglio".

"Pronti al confronto"

"Oltre a questi aspetti siamo convinti che da qui alla fine del mandato, l'amministrazione debba dare risposte in modo organico alle questioni che riguardano il decoro urbano, la manutenzione delle strade (dalle buche alle strisce pedonali e alla segnaletica stradale) e a tutti quegli aspetti non secondari nel rendere migliore la qualità di vita della nostra comunità. Siamo pronti fin da ora a confrontarci in modo costruttivo con il sindaco e gli assessori, per informare la cittadinanza sullo stato dell'arte delle iniziative realizzate e su quelle ancora da portare a termine".