L'inaugurazione

ENGIE e IVECO partner per Gas naturale e mobilità sostenibile

Taglio del nastro di fondamentale importanza per la svolta green e la mobilità sostenibile tra Settimo Torinese e Torino.

ENGIE e IVECO partner per Gas naturale e mobilità sostenibile
Torino, 20 Febbraio 2020 ore 13:19

Engie e Iveco inaugurano una stazione di rifornimento di gas naturale tra Settimo e Torino.

Engie e Iveco, top player e partener per la svolta green

La stazione di rifornimento di gas naturale nata dalla collaborazione tra Engie e Iveco
La stazione di rifornimento di gas naturale nata dalla collaborazione tra Engie e Iveco

Un nuovo impulso per una svolta green e votata alla mobilità sostenibile parte proprio dal nostro territorio, ovvero dai confini tra Settimo e Torino.

Merito dell’intesa e della collaborazione tra Engie e Iveco, due realtà che si sono dimostrate sempre particolarmente attente all’ambiente grazie alle loro iniziative finalizzate all’abbattimento delle emissioni di CO2.

Una stazione di rifornimento di gas naturale

L’unione di Engie e Iveco, in questa “impresa”, è stata siglata nel 2017 e ha portato all’inaugurazione di una nuova stazione di rifornimento di gas naturale in strada delle Cascinette, proprio in corrispondenza del grande stabilimento torinese di Iveco.

La stazione di rifornimento di gas naturale nata dalla collaborazione tra Engie e Iveco di strada delle Cascinette
La stazione di rifornimento di gas naturale nata dalla collaborazione tra Engie e Iveco di strada delle Cascinette

Una stazione di rifornimento dedicata ai mezzi pesanti e da lavoro alimentati da LNG (Gas Naturale Liquefatto) e da CNG (Gas Naturale Compresso) che si sviluppa su una superficie di 5000 metri quadrati e che è composta da due erogatori di LNG e 4 di CNG. Ma non mancano le colonnine per la ricarica di veicoli elettrici alimentate da un impianto fotovoltaico installato sul tetto della struttura.

Un impegno che guarda al futuro

Oggi il progetto è realtà, concretizzando così l’impegno di Engie nel contribuire allo sviluppo della mobilità sostenibile, focalizzandosi su carburanti alternativi come elettricità e gas naturale, e quello di Iveco nel proprio ruolo di leader nel settore dei veicoli a gas naturale. Una sede della concessionaria Iveco Orecchia, che proprio quest’anno celebra l’importante traguardo dei 90 anni di attività e che è il dealer di riferimento per la provincia di Torino e per la Valle d’Aosta, supporterà i clienti nella transizione verso un trasporto sostenibile con un servizio completo (vendita, assistenza e, ora, anche rifornimento).

Mobilità sostenibile e svolta “green”

Il 20% del consumo globale di energia è rappresentato proprio dalla mobilità, il 24% dalle emissioni globali di CO2 e una dipendenza del 95% dal petrolio. Anche per questo è di fondamentale importanza lavorare, fianco a fianco con aziende ed enti locali, verso la transizione a zero emissioni di carbonio. E tutto questo, in particolare con la nuova stazione di rifornimento, avviene a poche centinaia di metri da due “snodi” industriali e commerciali importanti. Non c’è infatti il vicinissimo autoporto Pescarito, ma vicino alla stazione di rifornimento ci sono anche gli snodi cruciali delle autostrade A4 Torino-Milano e A5 Torino-Aosta.

La soddisfazione di Engie, top player nel campo dell’energia

A rappresentare la multinazionale dell’energia, all’inaugurazione della stazione di rifornimento, c’era Matthieu Bonvoisin, direttore della Business line Infra Energy di Engie Italia.

“L’obiettivo di Engie è concretizzare soluzioni nell’ottica di decarbonizzazione e questo progetto ne è un esempio”, ha spiegato. L’attenzione dell’azienda è rivolta ai dati che riguardano le emissioni sul territorio. “Nel nord Italia il livello di emissioni di CO2 è altissimo”. Le fondi di inquinamento?

Matthieu Bonvoisin, Engie Italia
Matthieu Bonvoisin, Engie Italia

“Per il 50% parliamo di emissioni causate dagli impianti di riscaldamento privati, per il 25% dagli insediamenti industriali e per la restante percentuale dai veicoli che, ogni giorno, circolano sulle nostre strade”.

“La stazione che abbiamo inaugurato grazie all’intesa con Iveco – spiega – rientra perfettamente nella mission del nostro gruppo. Lo abbiamo da subito ritenuto un progetto coerente e, per questo, ci siamo impegnati sin da subito”.

L’impegno di Engie sul territorio e a Settimo

La presenza di Engie nell’asse a nord est di Torino non è affatto una novità. L’azienda vanta infatti un impegno costante sul territorio di Settimo Torinese dove ha acquisito e implementato le reti del teleriscaldamento che, per di più, serve anche l’ospedale di via Santa Cristina.

“In due anni abbiamo sostenuto sul territorio di Settimo un investimento di 5 milioni di euro”. E prosegue la collaborazione con importanti realtà industriali del territorio. Anche perché, nell’ottica della decarbonizzazione, uno degli impegni di Engie, è quello di accompagnare le imprese verso la “transizione”. “Collaboriamo costantemente – sottolinea Bonvoisin – con player quali L’Oréal, Pilkington e Michelin”.

Un rapporto costante e serio

Con il territorio di Settimo e il suo tessuto imprenditoriale il rapporto è molto buono, quindi. Lo stesso vale per quanto riguarda:

Matthieu Bonvoisin, Engie Italia
Matthieu Bonvoisin, Engie Italia

“Le relazioni con l’Amministrazione di Settimo che sono consolidate grazie a un rapporto reciproco di professionalità e fiducia. Credo che abbiamo dimostrato di essere un player serio per il territorio cittadino e di aver realizzato un vero cambio di passo rispetto al passato”.

Il plauso delle istituzioni

L'assessore all'ambiente del Comune di Torino Alberto Unia in visita alla stazione di rifornimento
L’assessore all’ambiente del Comune di Torino Alberto Unia in visita alla stazione di rifornimento

A sugellare il successo dell’intesa tra Engie e Iveco, infine, ci hanno pensato il plauso rivolto ai due player dall’assessore all’ambiente del Comune di Torino, Alberto Unia, e da quello all’energia per la Regione Piemonte Matteo Marnati. “Un’operazione – ha spiegato in sintesi quest’ultimo – non soltanto commerciale ma culturale, una svolta green che racconta come sia possibile passare dalle parole ai fatti, raggiungendo gli obiettivi prefissati per transizione energetica della mobilità privata con combustibili rinnovabili e puliti”.

 

 

12 foto Sfoglia la gallery
Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità