A Settimo

Il festival teatrale torna tra le vie della città

La rassegna dal 18 al 20 settembre

Il festival teatrale torna tra le vie della città
Settimo, 12 Settembre 2020 ore 07:53

Il festival teatrale torna tra le vie della città

Festival teatrale

«C’è solo la strada». E’ questo il titolo del nuovissimo festival di teatro di strada che verrà ospitato a Settimo nella piazza del Campidoglio dal 18 al 20 settembre, organizzato da Santibriganti Teatro con il contributo della Città di Settimo e della Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana (Ecm).
Il titolo del festival si ispira ai versi di Giorgio Gaber, che cantava e recitava che «C’è solo la strada su cui contare, la strada è l’unica salvezza». Perché, come spiega Maurizio Bàbuin, direttore artistico di Santibriganti «In questo particolare periodo abbiamo vissuto il dramma della separazione e della solitudine e gli artisti di strada possono avere la capacità di assolvere a un’importante funzione: farci tornare il desiderio di ridere e quindi vivere e condividere».

Gli appuntamenti

Tre spettacoli per tre giorni a ingresso libero, adatti a tutta la famiglia.
Si comincia venerdì 18 alle 21 con «Tutti in valigia»: uno spettacolo funambolico di Luigi Ciotta, che ci porta negli anni 30 in un albergo immaginario, all’interno del quale si potrà assistere alla travolgente lotta contro il caos di un facchino, alle prese con un impressionante numero di vecchie valigie, in una performance dal ritmo incalzante e dai numerosi momenti poetici.
Sabato 19, sempre alle 21.00, è la volta di Marco Sereno in scena con il suo «Non solo magia», un sapiente mix di illusionismo e comicità in grado di coinvolgere direttamente il pubblico di ogni età in un continuo susseguirsi di gag e giochi di prestigio.
Chiude la tre giorni di manifestazione culturale l’appuntamento con «C’è solo la strada», domenica 20 alle 21.00. In scena ci sarà la coppia formata da Domenico Lannutti e Gaby Corbo con «All’inCIRCO Varietà», uno spettacolo d’arte varia a cavallo tra il circo teatro e il cabaret, popolato da personaggi bizzarri e assurdi: un imbonitore, una soubrette; Saverio, l’oggetto del desiderio, un acrobata che vuole vivere in un mondo alla rovescia, un ventriloquo muto, Frank-Stein, il mago della Maiella e la sua assistente, e altri eventuali e vari.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità