C'è 7web.tv

Altro che «zona rossa», a Settimo la cultura non va in lockdown

Con questo nuovo lockdown, quindi, la web tv della biblioteca garantirà tutta l'offerta culturale prevista

Altro che «zona rossa»,  a Settimo la cultura  non va in lockdown
Settimo, 14 Novembre 2020 ore 09:21

Altro che «zona rossa», a Settimo la cultura non va in lockdown

Cultura

Il lockdown imposto dall’ultimo Dpcm che qualifica il nostro territorio quale «zona rossa» impone necessariamente lo stop a tutte una serie di ricreative che, anche se con fatica e qualche contingentamento, erano comunque riuscite a ripartire. Discorso che vale, in particolare per l’intrattenimento e per la cultura. Nonostante il «blocco», però, la biblioteca Archimede di Settimo, non vuole fermarsi e vuole continuare a proporre la sua offerta al pubblico di, ormai, affezionati. Un esperimento, quello che si annuncia oggi, che ricalca quel percorso di trasloco on line già visto a marzo quando Fondazione Ecm aveva iniziato a spostare parte della propria programmazione sul digitale. Da qui le basi del progetto più ampio e ambizioso della web tv settimese: 7web.tv, un canale multistreaming in grado di sfruttare insieme tutte le potenzialità della tv e dei social media. Piattaforma che ha fatto il suo esordio strutturato durante l’ottava edizione del Festival dell’Innovazione e della Scienza «StranaMente» (10-17 ottobre) trasmettendo in diretta multistreaming tutti gli appuntamenti della rassegna. E i numeri sono stati subito incoraggianti: 4.000 le persone che hanno guardato la tv sul sito 7web.tv e oltre 20.000 quelle che invece hanno interagito sui social.

La nuova “impresa”

Con questo nuovo lockdown, quindi, la web tv della biblioteca garantirà tutta l’offerta culturale prevista in calendario e lo fa con una programmazione inaugurata il 9 novembre. «La lungimiranza di aver deciso mesi fa di potenziale l’offerta digitale della Fondazione – spiega il presidente di Ecm Silvano Rissio -, ci consente oggi di poter proseguire e mettere in campo la nostra programmazione culturale che altrimenti sarebbe stata completamente cancellata. Ringrazio di tutto questo il personale di Fondazione». Tra cui c’è anche il coordinatore delle attività culturali Dario Netto. «Grazie a uno straordinario lavoro di tutti – sottolinea Netto -, in un periodo particolarmente complicato, in pochissime settimane siamo riusciti a confermare tutta la programmazione culturale di Fondazione Ecm trasformandola in digitale con un palinsesto che speriamo, nelle prossime settimane di poter ampliare sempre di più».
Salvi quindi una lunga serie di appuntamenti che dai prossimi giorni “sopravviveranno” in streaming. Al momento il palinsesto prevede: tutti i martedì dalle 11.30 alle 12.30 «Parole in tazza grande – speciale Libri in pentola» con uno scrittore ospite, di settimana in settimana, per “gustare” il mondo della cucina e della letteratura. Sempre di martedì, ma dalle 18.30 alle 19.30 l’appuntamento è con «Martedì Scienza», l’ormai nota serie di divulgazione scientifica sui grandi temi dell’attualità affrontati ospiti, documentari, incontri e dibattiti. Anche Parole in tazza grande avrà il suo tradizionale spazio con l’appuntamento, ogni mercoledì, dalle 18 alle 19.
Spazio anche a «Incipit Offresi», ogni giovedì alle 18: la kermesse culturale che proprio dalla biblioteca Archimede ha tratto le sue origini e che ora è diventato un appuntamento fisso in tutto il Piemonte, una sorta di “talent” per giovani scrittori che è stata anche protagonista al Salone internazionale del Libro di Torino.

Attenzione ai più piccoli impegnati nelle attività

A maggior ragione in un periodo durante il quale molti ragazzi sono «costretti» a casa in questa fase di lockdown e di emergenza, Fondazione Ecm vuole rivolgersi in particolare a loro e alle loro necessità. E’ per questo che anche il tradizionale Laboratorio Leis del sabato pomeriggio non finirà in soffitta ma continuerà in formato digitale. L’attività Leis verrà inoltre potenziata con Stem by me, pillole di divulgazione scientifica per parlare in modo divertente, rapido e coinvolgente di Stem, coding e robotica educativa. Tutte le domeniche alle 16, inoltre, ci sarà «Domenicando ON famiglia» il programma di intrattenimento pensato per i più piccoli e loro famiglie. verranno proposti contenuti fruibili anche in modalità on demand – per trascorrere del tempo in modo divertente e formativo.
Ma la produzione digitale di Fondazione Ecm non finisce qui. Tutti i laboratori didattici del mattino di Lego education, della Biblioteca, dell’Ecomuseo e di altre realtà che collaborano con Fondazione Ecm che erano stati programmati e prenotati dalle scuole elementari e medie sono stati trasformati in digitale e pertanto si proseguirà nell’attività di supporto didattico alle scuole.
«La produzione culturale del territorio – spiega soddisfatta la sindaca Elena Piastra -, non solo non si ferma con il lockdown ma grazie a 7web.tv trova una nuova strada per raggiungere grazie al digitale un pubblico più ampio. In attesa di poter, speriamo il prima possibile, riprendere la programmazione in presenza è un segnale importante continuare a promuovere la cultura». Le fa eco anche l’assessore all’istruzione Alessandra Girard che, inevitabilmente, rivolge la sua attenzione alle necessità dei cittadini impegnati con la scuola e che hanno bisogno di mantenere una certa socialità nonostante il periodo complicato.
«ll mondo della scuola era stato quello più colpito dal lockdown di marzo e ancora oggi ha grosse difficoltà. Poter essere vicini ai bambini e ai ragazzi anche se con laboratori da remoto è comunque un segnale importante che porta nelle classi attività di supporto alla didattica molto importanti».
Il programma dettagliato degli incontri e delle attività si trova su 7web.tv

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità