Cronaca
La manifestazione a Settimo

Torna in piazza il Coordinamento dei lavoratori "No Green Pass"

Nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 18 novembre, di fronte ai cancelli dello stabilimento Pirelli di via Brescia.

Torna in piazza il Coordinamento dei lavoratori "No Green Pass"
Cronaca 18 Novembre 2021 ore 16:17

Torna in piazza il Coordinamento dei lavoratori "No Green Pass".

Coordinamento lavoratori No Green Pass

Il Coordinamento dei lavoratori “No Green Pass” è tornato in piazza. Lo ha fatto nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 18 novembre, di fronte ai cancelli dello stabilimento Pirelli di via Brescia, a Settimo Torinese.
Dalle 13, e quindi prima del cambio turno nella fabbrica di pneumatici, si sono ritrovati in circa quaranta manifestanti per sottolineare la propria contrarietà alla certificazione verde.

“Allarghiamo - si legge nel volantino di realizzato ad hoc per l’occasione - nei luoghi di lavoro la protesta, includendo più lavoratori possibile per arrivarci e coordinarci: la lotta dei lavoratori Avio, Gtt, Comune, Pirelli, Carrefour, Docks, Gallina, anagrafe… è la lotta di tutti i lavoratori!”.

La protesta

Quella andata in scena di fronte ai cancelli della Pirelli non è il primo presidio che il Coordinamento organizza a Settimo e più in generale sul territorio.
“Continuano i presidi del Coordinamento lavoratori “no green pass” davanti ai luoghi di lavoro, per fare pressione alle istituzioni e alle aziende per realizzare le richieste della piattaforma che nelle scorse settimane abbiamo già portato dal Comune di Torino e dalla sede Gtt, ottenendo un primo incontro per i lavoratori”.
Tra i tanti lavoratori presenti al presidio c’erano anche alcuni dipendenti della stessa Pirelli che hanno portato la testimonianza diretta sulla vicenda Green Pass all’interno del polo produttivo settimese.

Tra i manifestanti c’era anche il consigliere comunale di Settimo, Antonio Borrini, che da sempre ha manifestato la sua contrarietà alla certificazione verde.

7 foto Sfoglia la gallery

La lettera

Il presidio è stata anche l’occasione di presentare la lettera che il coordinamento ha inoltrato alla direzione dello stabilimento settimese della Pirelli.
Tra le richieste avanzate ci sono, “migliorare il calendario turni estivo per ridurre i disagi ai lavoratori, evitando altresì favoritismi e discriminazioni, l’attivazione affinché i tamponi gratuiti siano effettuati in area esterna e durante l’orario di lavoro, per evitare ulteriori disagi ai lavoratori; al fine di prevenire improvvisi focolai e garantire la sicurezza di tutti i lavoratori, preventivare a campione dei tamponi a rotazione anche per chi è vaccinato (poiché può contagiare) continuando ad essere vigili su tutti gli strumenti di prevenzione e controllo sanitario e sul rispetto della sicurezza” e, ancora, “il pagamento della retribuzione persa dai lavoratori discriminati a cui è stato rifiutato l’ingresso in attività lavorativa causa non possesso del green pass, oltre che per tutti coloro che hanno avuto difficoltà a effettuare tamponi in tempo utile”.

A vigilare sul regolare svolgimento della manifestazione di fronte all’ingresso di via Brescia c’erano i carabinieri della Tenenza di Settimo, della Compagnia di Chivasso e un’aliquota dei carabinieri del Battaglione di Moncalieri, oltre che degli agenti della Digos di Torino.