Menu
Cerca
Castiglione

Tetti Falchero, cominciati i lavori per mettere in sicurezza la strada

Per realizzare il progetto complessivo sono stati previsti 113 mila euro

Tetti Falchero, cominciati i lavori per mettere in sicurezza la strada
Cronaca Settimo, 05 Luglio 2020 ore 08:29

Tetti Falchero, cominciati i lavori per mettere in sicurezza la strada.

Tetti Falchero

Sono stati approvati con urgenza i lavori per la sistemazione del tratto di strada Tetti Falchero che è stato colpito da una frana dopo gli ultimi grossi eventi legati al maltempo. Un intervento necessario, che ha visto il Comune subito impegnato, vista la criticità della situazione all’altezza del civico 2. Il progetto complessivo dell’intervento prevede una spesa di 113 mila euro. «Era assolutamente importante procedere con tempi rapidi – puntualizza il sindaco castiglionese Loris Lovera per evitare che potesse peggiorare la situazione con un cedimento ulteriore della strada».
Per verificare la situazione il Comune ha provveduto ad incaricare un geologo ed un ingegnere. Dalla relazione che è stata presentata è emersa immediatamente l’importanza di agire con i criteri d’urgenza «al fine di evitare – si legge proprio nel documento che è poi stato allegato anche alla delibera approvata dalla Giunta – un’ulteriore arretramento del ciglio superiore della scarpata coinvolta dal dissesto che potrebbe interessare il fabbricato soprastante al civico n. 2 e scongiurare un ulteriore franamento a valle del materiale scollato a valle della strada comunale che potrebbe coinvolgere la strada provinciale sottostante».

Le caratteristiche dell’intervento

L’intervento che sarà realizzato per la messa in sicurezza di strada Tetti Falchero sarà con micropali e l’armatura di un muretto. «Nell’ambito del lavoro – sottolinea ancora il primo cittadino castiglionese – andrà ad essere anche allargato un tratto di strada. Abbiamo agito con l’urgenza perché il rischio, in caso di un perdurare del maltempo, avrebbe anche potuto essere quello dell’isolamento della borgata. Noi questo abbiamo voluto evitarlo cercando di rimettere in sicurezza il territorio ed evitando così altre problematiche».