Il caso

Sospetti casi di scabbia all'ospedale, la direzione: "Controlli in corso"

I primi a segnalare i primi sintomi sono stati alcuni operatori in servizio all'interno dell'ospedale di Settimo Torinese.

Sospetti casi di scabbia all'ospedale, la direzione: "Controlli in corso"
Cronaca Settimo, 01 Ottobre 2020 ore 14:45

Sospetti casi di scabbia tra le corsie dell'ospedale civico di Settimo Torinese. La direzione sanitaria rassicura sulle procedure messe in atto.

Sospetti casi di scabbia all'ospedale

Sono al momento tre i casi sospetti di "scabbia" registrati all'ospedale civico di Settimo Torinese. La notizia è trapelata nelle ultime ore in seguito a una serie di accertamenti che sono stati effettuati nei giorni scorsi.

Gli accertamenti sugli operatori

I primi ad aver accusato sintomi riconducibili alla scabbia sono stati alcuni (non si conosce il numero esatto, ndr) operatori della struttura sanitaria di via Santa Cristina, per i quali, dopo l'attivazione delle procedure del caso, è stato predisposto un allontanamento dal posto di lavoro per almeno 8 giorni. Secondo quanto si apprende, infatti, dopo una prima terapia, è necessario aspettare tale lasso temporale prima di potersi considerare "guariti" e poter tornare sul posto di lavoro.

I casi tra i pazienti

Sono tre, intanto, i casi di sospetta scabbia che sono stati rilevati tra i pazienti ricoverati attualmente all'interno dell'ospedale civico di Settimo. Si tratta di tre persone ospitate tra le stanze del nucleo Cavs - Continuità a valenza sanitaria - che è presente all'interno del polo sanitario di via Santa Cristina.
Tutti i casi sono monitorati - spiegano dalla direzione sanitaria della struttura -. E' stato immediatamente allertato il Sisp e, contestualmente, si è attivata la procedura per casi di questo genere. I controlli sono stati effettuati anche dall'ospedale San Lazzaro, ma oltre a un mero "sospetto" non c'è ancora certezza che si tratti di scabbia.

Parla la direzione sanitaria

La linea della direzione sanitaria dell'ospedale di Settimo è quella della prudenza e di contrasto a qualsiasi forma di allarmismo.

"I controlli sono in atto così come operatori e pazienti sono stati messi in sicurezza. Adesso non resta che attendere l'esito degli ulteriori controlli e accertamenti clinici che sono stati effettuati e già disposti". "Al momento - concludono dalla direzione sanitaria - non ci sono diagnosi accertate di scabbia ma soltanto di sospetti in questo senso".
Fiducia e prudenza anche tra le stanze dell'Amministrazione di Saapa, la società che gestisce la struttura ospedaliera settimese.

"Abbiamo massima fiducia nella direzione sanitaria dell'ospedale - spiega l'Amministratore unico Alessandro Rossi -. I controlli e gli accertamenti medici sono in corso, ma siamo certi che siano state adottate tutte le precauzioni e tutte le misure di prevenzione per garantire la sicurezza dei pazienti ospitati all'interno della struttura".