L'ordinanza

Smog, fino a lunedì 22 febbraio restano in vigore solo le limitazioni strutturali

Ci si potrà muovere però con i veicoli Diesel Euro 4 per spostamenti motivati da esigenze di lavoro, urgenza, salute, necessità. E' necessario motivare gli spostamenti con l'autocertificazione

Smog, fino a lunedì 22 febbraio restano in vigore solo le limitazioni strutturali
Cronaca 18 Febbraio 2021 ore 16:03

Smog, fino a lunedì 22 febbraio restano in vigore solo le limitazioni strutturali

Smog

Prosegue il monitoraggio sulla qualità dell’aria  sul territorio della Città Metropolitana di Torino.

La situazione

L’aggiornamento dei dati relativi allo smog indica per  il territorio metropolitano il “livello 0”. Per questa ragione fino alla giornata di lunedì 22 febbraio resteranno in vigore solo le limitazioni strutturali, ovvero quelle che sono state introdotte dall’inizio dell’anno.

Le limitazioni, come detto, riguardano i principali centri della Città Metropolitana, tra cui Torino e, per quanto riguarda il territorio della nostra zona, Settimo Torinese, San Mauro Torinese e Venaria Reale.

Quindi, in base a quanto pevisto dalle misure strutturali, non potranno circolare i veicoli a benzina, gpl e metano Euro 0 ed i veicoli Diesel, Euro 0, 1 e 2.

Inoltre, è previsto il blocco per i ciclomotori ed i motocicli a benzina Euro 0. Dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 ci sarà anche lo stop dei veicoli diesel Euro 3 ed Euro 4. Per questi ultimi però è stato rinnovato lo stop al blocco dalla Regione, fino al termine dell’emergenza sanitaria, ma con norme ed obblighi precisi.

Le limitazioni al traffico, in base al protocollo che è stato sottoscritto, resteranno in vigore fino alla fine del mese di marzo 2021.

La proroga della sospensione del blocco per i diesel Euro 4

Come detto, il presidente Regionale Alberto Cirio ha firmato la proroga  della sospensione del blocco del traffico per i veicoli Diesel Euro 4.

E’ quindi consentito l’utilizzo fino alla fine dell’emergenza sanitaria per spostamenti motivati da esigenze di lavoro, urgenza, salute, necessità (tra cui accompagnare i figli a scuola) o ancora per rientrare al proprio domicilio, dimora o residenza. E’ necessario motivare gli spostamenti con l’autocertificazione.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli