Il comunicato

Sindacati attivi per cooperare con i Comuni nell’emergenza sanitaria

Le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil sono concordi nel voler supportare i comuni impegnati nell'emergenza.

Sindacati attivi per cooperare con i Comuni nell’emergenza sanitaria
Settimo, 01 Aprile 2020 ore 17:19

La nota ufficiale di Cgil, Cisl e Uil. Sindacati attivi sul nostro territorio per cooperare con le amministrazioni comunali impegnate nell’emergenza Covid-19.

Sindacati attivi

In questo delicato momento storico, anche e soprattutto per il mondo del lavoro, le rappresentanze sindacali stanno cercando di non far mancare il proprio sostegno ai rispettivi iscritti. E lo stesso vale anche per il supporto agli enti locali con cui, di fatto, le sigle nazionali collaborano da anni. In questo preciso contesto, infatti, si inserisce una nuova nota ufficiale che è stata diramata dai rappresentanti di  Cgil, Cisl e Uil attivi sul nostro territorio.

Attenzione alla situazione attuale

“L’ordinanza (n. 658) della Protezione Civile avvia lo stanziamento di 400 milioni di euro da destinare ai Comuni per persone e famiglie che si trovano in uno stato di emergenza per quanto riguarda il reperimento di generi alimentari e prodotti di prima necessità – scrivono le rappresentante sindacali -. Questo provvedimento costituisce una prima risposta ai problemi che l’emergenza sanitaria pone a tutta la comunità territoriale, comuni, enti locali e unioni”.

“Attenzione alle diseguaglianze”

La preoccupazione delle rappresentanze è quindi rivolta tutta al rischio che si possano creare una serie di diseguaglianze sociali. Queste ultime, a maggior ragione in questo momento delicato, sarebbero ulteriormente deleterie per la tenuta del tessuto sociale.

Le organizzazioni sindacali CGIL CISL UIL esprimono la forte preoccupazione circa il rischio che le disuguaglianze si aggravino trascinando in una spirale problematica coloro che erano in difficoltà prima del contagio e coloro che si trovano in una situazione di emergenza a seguito del blocco delle attività produttive. Una situazione che evidenzia ancora una volta quanto il lavoro irregolare costituisca non solo una anomalia ma un meccanismo che si ritorce in primo luogo contro le lavoratrici e i lavoratori.

L’impegno di Cgil, Cisl e Uil

“Per questo – scrivono i sindacati – Cgil, Cisl e Uil, sono disponibili a fornire un supporto indirizzando quanti contattano le strutture sindacali per avere informazioni sulle modalità di accesso al sostegno economico ai numeri e/o ai recapiti messi a disposizione dal singolo comune”.

Oltre al fatto che “Ritengono utile condividere le modalità di individuazione dei bisogni sul territorio e le modalità di distribuzione delle risorse stanziate e contribuire a costruire una rete di supporto nel territorio”.

In questa fase di emergenza il sindacato, da sempre presidio di organizzazione e solidarietà, intende collaborare nello spirito di cooperazione necessario a fermare il contagio e a fronteggiare rischi di impoverimento, esclusione e marginalità

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI PRIMA SETTIMO

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Prima Settimo: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità