Cronaca
Iniziativa

Settimo città sempre più inclusiva: installati due pannelli tattili per le persone non vedenti

Raffigurano la Torre medievale e la ex Siva

Settimo città sempre più inclusiva: installati due pannelli tattili per le persone non vedenti
Cronaca Settimo, 25 Gennaio 2023 ore 15:40
Settimo città sempre più inclusiva: installati due pannelli tattili per le persone non vedenti.

Settimo città inclusiva

In un'ottica di inclusività un importante investimento è stato  concretizzato  a Settimo per le persone non vedenti.

Il progetto

Sono infatti stati installati due pannelli tattili che raffigurano la Torre Medievale e la ex Siva.

Ad illustrare  l'iniziativa con un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale dell'Amministrazione comunale, è il vice sindaco Giancarlo Brino:

. «Nei giorni scorsi sono stati installati due pannelli tattili che raffigurano la Torre medievale e la ex Siva, la fabbrica di vernici dove lavorò Primo Levi, che oggi ospita il MuCh - Museo della Chimica – spiega il vicesindaco Giancarlo Brino – I pannelli, che recano anche testi in braille e disegni in rilievo degli edifici, consentono a tutti, compresi gli ipovedenti, di approfondire caratteristiche degli edifici storici della Città. Anche grazie a un'audioguida che si può attivare col proprio smartphone tramite QR code».
Il progetto è stato finanziato da Regione Piemonte, è stato promosso dall'Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti del terzo settore OdV .

Dall'Apri

«Siamo molto soddisfatti della buona riuscita del progetto pannelli tattili che, oltre a Settimo, ha coinvolto altri trenta comuni della provincia – aggiunge Marco Bongi, presidente di Apri - Con queste prime installazioni abbiamo inteso lanciare uno standard comunicativo inclusivo che speriamo possa proseguire nei prossimi anni. L'associazione APRI-odv resta dunque a disposizione per studiare nuove soluzioni affinché la città diventi sempre più accessibile a tutti i cittadini»

Diverse azioni messe in campo

Le azioni rivolte alle persone con disabilità sono varie. Di recente in Biblioteca Archimede sono stati realizzati percorsi sul pavimento che aiutano i non vedenti a spostarsi in autonomia e tavole braille che descrivono gli spazi della biblioteca.
«Non puntiamo solo a migliorare la mobilità all’interno della biblioteca, ma anche a dare la possibilità di accedere ai suoi contenuti culturali - aggiunge Pasquale La Colla, disability manager di Settimo – Abbiamo acquistato diversi strumenti che permettono ai non vedenti di accedere ai contenuti testuali: stampante braille, una C-pen, la penna che trasforma in sintesi vocale le righe evidenziate. E poi audiolibri, libri tattili e postazioni di registrazioni audio. Quest’ultime serviranno ad incrementare il catalogo dei “libri parlati” del progetto Libro Parlato Lions con cui Archimede ha stretto una collaborazione. Un'attività che la nostra squadra di “donatori di voce” non vede l’ora di cominciare».
Seguici sui nostri canali