A Settimo

Raccolta plastica: ora si cambia musica. Mr. Pack sarà sostituito dagli impianti del nuovo «partner»

Il nuovo sistema non accetterà i flaconi di detersivo ma soltanto le bottiglie

Raccolta plastica: ora si cambia musica. Mr. Pack sarà sostituito dagli impianti del nuovo «partner»
Settimo, 29 Settembre 2020 ore 16:02

Raccolta plastica: ora si cambia musica. Mr. Pack sarà sostituito dagli impianti del nuovo «partner»

Raccolta plastica

Ancora pochi giorni e il cambio di passo dell’Amministrazione comunale in fatto di raccolta differenziata e, in particolare, in termini di raccolta plastica, sarà sotto gli occhi di tutti. A partire dalle prossime ore, infatti, si procederà alla sostituzione degli attuali “Mr. Pack” installati sul territorio con i nuovi compattatori targati “Coripet”, presso i quali si potrà continuare a conferire i rifiuti e gli imballaggi in plastica. Tutto nasce da un accordo che è stato siglato lo scorso luglio tra il Consorzio di Bacino 16 (quello che si occupa della raccolta rifiuti anche per il comune di Settimo, ndr) e quello «volontario» della Coripet, riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente. Il motivo è la sopraggiunta scadenza del contratto di servizio con l’azienda che ha ideato e installato i 5 compattatori che sono attualmente presenti sul territorio comunale. Gli stessi che, non per colpa dei gestori chiaramente, sono più volte finiti al centro delle polemiche a causa dell’inciviltà di alcuni cittadini che hanno spesso confuso le aree di conferimento automatizzate per vere e proprie discariche presso le quali abbandonare rifiuti senza alcuno scrupolo di sorta. Con la scadenza del contratto di servizio, quindi, l’Amministrazione comunale ha cercato di trovare una vera e propria chiave di volta per migliorare il servizio. Fino ad arrivare alla conclusione che era necessario intraprendere una vera e propria nuova strada. Una ricerca di soluzioni che potessero contribuire a migliorare il servizio offerto sul territorio. Da qui la scelta di rivolgersi a Coripet.
«La soluzione che abbiamo individuato, il Consorzio Coripet, presenta molti vantaggi – esordisce l’assessore all’ambiente Alessandro Raso – Prima di tutto è gratuito: non dovremo più pagare 40mila euro l’anno come abbiamo fatto finora. In secondo luogo con il nuovo sistema la plastica viene compattata e questo consente di diminuire i passaggi di svuotamento e dunque i costi. Infine: il sistema Coripet produce un rifiuto più “puro” che può essere smaltito più facilmente».

I nuovi compattatori

Nei prossimi giorni, quelli cruciali per la sostituzione degli impianti esistenti, potrebbero verificarsi interruzioni nel servizio di conferimento. Questione di pochi giorni, giusto il tempo di installare i nuovi impianti. «La possibilità di conferire la plastica potrà subire un’interruzione per qualche giorno, il tempo necessario alla sostituzione dei cassonetti, dopodiché ripartirà con modalità simili a quelle attuali: chi porterà le proprie bottiglie in plastica potrà caricare sulla propria tessere punti che danno diritto a sconti sulla Tari», spiega l’Amministrazione, confermando – di fatto – la continuazione del sistema di premialità per i cittadini più virtuosi.

Si potranno conferire soltanto  bottiglie di plastica

A differenza di Mr. Pack, il nuovo sistema non accetterà i flaconi di detersivo ma soltanto le bottiglie. «È vero che potremo conferire qualche tipologia di rifiuto in meno, ma questo ci consentirà di avere un rifiuto più “puro” e quindi più prezioso nell’ambito della filiera del riciclo – spiega Raso – Inoltre, grazie al nuovo sistema puntiamo a passare da 5 a 12 impianti (collocando i nuovi fuori dai centri commerciali). Speriamo così di aumentare la qualità della nostra differenziata: teniamo conto che Mr Pack smaltiva appena il 4% della plastica di Settimo. I nuovi compattatori Coripet risolveranno anche un altro dei problemi emersi negli ultimi anni e segnalati dai cittadini: il rumore provocato dai compressori dei cassonetti ormai datati».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità