Cronaca
A San Raffaele Cimena

Prosegue in parrocchia la raccolta di generi per aiutare le famiglie bisognose del territorio

L'iniziativa andrà avanti per tutto il mese di dicembre

Prosegue in parrocchia la raccolta di generi  per aiutare le famiglie bisognose del territorio
Cronaca 18 Dicembre 2021 ore 08:57

Prosegue in parrocchia la raccolta di generi per aiutare le famiglie bisognose del territorio.

Raccolta in parrocchia

Ci avviciniamo sempre di più al Natale. Dovrebbe essere un momento dell’anno felice, da trascorrere in famiglia, con uno spirito di serenità e condivisione. Ma per molti non sarà effettivamente così. La pandemia, in questi ultimi due anni, ha creato non poche difficoltà e mandato in crisi parecchi nuclei familiari, nche sul nostro territorio.

L'iniziativa

E’ per questa ragione che alla parrocchia del Sacro Cuore della Piana, a San Raffaele, continua la raccolta di generi alimentari non deperibili, da donare proprio alle famiglie più bisognose del territorio. Come fare a dare una mano? E’ semplice, basta seguire le indicazioni che sono affisse proprio all’ingresso della chiesa parrocchiale.
La raccolta di generi alimentari proseguirà per tutto il mese di dicembre. Quale regalo migliore dunque, in questo periodo, se non quello di dare una mano a chi è in difficoltà ed ha bisogno di essere aiutato?
E’ questo spirito di comunità che dovrebbe caratterizzare sempre la vita all’interno di un paese e, da questo punto di vista, San Raffaele si conferma in primo piano. L’altruismo è fondamentale e donare un qualche genere alimentare o di prima necessità che possa essere utile ad altri, rappresenta certamente un bel gesto, un esempio per chi sta attraversando un momento difficile.
I generi alimentari possono essere dunque portati alla parrocchia, che poi provvederà a farli avere a chi ne ha maggiormente bisogno.
Un’iniziativa che, dunque, il nuovo parroco don Martino Ferraris, che dallo scorso mese di settembre ha preso il posto di don Alessandro Martini (che è stato destinato alla parrocchia di Borgaro) sta portando avanti per cercare di dare una risposta concreta e far fronte a quelle che sono le necessità che stanno emergendo proprio sul territorio.
Come detto, la pandemia ha fatto emergere delle criticità davvero evidenti, che a distanza di due anni, purtroppo continuano a restare in primo piano.

Un sostegno importante

I Comuni della collina, tra cui proprio San Raffaele, hanno cercato di far fronte unico e, nell’ambito del Cisa (il Consorzio intercomunale socio assistenziale, che si occupa proprio di progetti ed aspetti che riguardano il sociale) hanno più volte portato avanti l’iniziativa dei buoni spesa di solidarietà, proprio per permettere alle famiglie in difficoltà economica a causa del Covid, di poter fare la spesa.
A distanza di un anno e mezzo l’iniziativa è stata riproposta e quello che è emerso in maniera evidente è che le famiglie che erano in difficoltà durante la prima ondata della pandemia, ancora oggi lo sono. E questo è un aspetto che deve far certamente riflettere non solo l’ambito della politica ma tutti. Ed è quindi, tenendo conto della situazione attuale che continua ad essere molto problematica, che l’iniziativa che la parrocchia della Piana sta continuando a portare avanti per tutto il mese di dicembre, assume una rilevanza ancora più particolare.
La speranza è che gli aiuti che arriveranno alla parrocchia possano davvero essere utili per far trascorrere alle famiglie maggiormente in difficoltà un periodo di Natale sereno, felice e tranquillo, lasciando per un attimo in disparte i problemi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter