Tra Piemonte e Valle d'Aosta

Polizia ferroviaria, prosegue l’attività per contrastare i furti. Il bilancio della settimana

Sono state indagate 17 persone, 3.246 identificate, 49 veicoli controllati.

Polizia ferroviaria, prosegue l’attività per contrastare i furti. Il bilancio della settimana
Torino, 15 Luglio 2020 ore 09:37

Polizia ferroviaria, prosegue l’attività per contrastare i furti. Il bilancio della settimana.

Polizia ferroviaria

E’ di 17 persone indagate, 3.246 identificate, 49 veicoli controllati, il bilancio dei controlli effettuati dagli agenti della Polfer, per prevenire furti e borseggi ai danni dei viaggiatori. Complessivamente sono state  281 le pattuglie impegnate, 27 i servizi lungo linea e 19 di Ordine Pubblico, tra  il Piemonte e la Valle d’Aosta.

Le denunce

Nell’astigiano un quarantatreenne italiano, è stato denunciato dalla Polizia Ferroviaria per atti osceni in luogo pubblico. L’uomo è stato sorpreso a masturbarsi a bordo di un treno proveniente da Torino  ed in  arrivo alla Stazione di Asti. Ad Alessandria, la Polizia Ferroviaria ha denunciato una ventiquattrenne italiana per truffa a mezzo di varie carte di credito prepagate e, a seguito di un’accurata indagine, due cittadini nigeriani  per rapina. Un cittadino rumeno è stato denunciato a Domodossola, in quanto responsabile dell’incidente ferroviario avvenuto sulla linea ferroviaria Novara-Domodossola presso un passaggio a livello nel Comune di Ornavasso. L’autocarro guidato dall’uomo è  stato investito da un treno merci in transito, poiché rimasto chiuso fra le sbarre del passaggio a livello. L’autista è riuscito a mettersi in salvo, senza però riuscire a rimuovere il mezzo, causando lo scontro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità