Menu
Cerca
Fino a mercoledì 3 marzo

Non migliora la qualità dell’aria: resta in vigore il semaforo arancione

A Torino e nei principali centri dell'area metropolitana, tra cui Settimo, San Mauro e Venaria.

Non migliora la qualità dell’aria: resta in vigore il semaforo arancione
Cronaca 01 Marzo 2021 ore 15:08

Non migliora la qualità dell’aria: resta in vigore il semaforo arancione

Semaforo arancione

Non migliora la qualità dell’aria a Torino e nelle principali realtà della Città Metropolitana. Resta in vigore il semaforo arancione almeno fino a mercoledì 3 marzo 2021.

L’ordinanza

La comunicazione è arrivata questa mattina, lunedì 1 marzo, dopo il tradizionale aggiornamento della situazione.  Il semaforo arancione si attiva dopo il superamento per quattro giorni consecutivi della soglia minima prevista di 50 µg/m³.

L’ordinanza che ha introdotto dall’inizio dell’anno le limitazioni legate allo smog riguarda la città di Torino ed i Centri principali dell’area metropolitana. I Comuni interessati alle limitazioni del traffico sono i seguenti: Torino, Beinasco, Borgaro, Carmagnola, Cambiano,Caselle, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, La Loggia, Leinì, Mappano, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pianezza, Rivalta, Rivoli, San Mauro, Santena, Settimo, Trofarello, Venaria Reale, Vinovo e Volpiano.

Chi può circolare e chi no

Viene quindi confermato, dalle 8 alle 19, lo stop dei veicoli diesel fino ad euro 5 e benzina Euro 1 (adibiti al trasporto di persone) tutti i giorni, compresi i festivi.

A proposito delle limitazioni previste per i veicoli adibiti a trasporto merci, diesel Euro 3 e Euro 4, questi non potranno circolare dalle 8 alle 19 in settimana e dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19 il sabato e nei giorni festivi. Restano anche in vigore le limitazioni strutturali che sono state introdotte all’inizio dell’anno.

Si aggiungono quelle per veicoli adibiti al trasporto di persone e merci euro 1 e 2 benzina e euro 1 Gpl e metano. Per i motocicli e ciclomotori, oltre all’euro 0 si aggiunge anche l’euro 1. Queste nuove limitazioni sono in vigore proprio da oggi, lunedì 1 marzo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli