Menu
Cerca
Il CASO

Ladro incastrato per colpa di una bicicletta

E' stato notato dal vicin di casa, intento a lavorare nell'orto, che ha avvisato il 112.

Ladro incastrato per colpa di una bicicletta
Cronaca Settimo, 04 Luglio 2020 ore 06:32

Ladro incastrato per colpa di una bicicletta

Ladro incastrato

Pensava di passare inosservato, così da poter mettere a segno il colpo senza correre il rischio di essere «beccato» dalle Forze dell’Ordine. Ma il ladro, probabilmente, non ha messo in conto la possibilità di essere notato da quel vicino di casa intento a lavorare nell’orto dell’abitazione vicino. Una «leggerezza» che gli è costata cara, con l’arresto per tentato furto aggravato, convalidato dal Gip del Tribunale di Ivrea. E’ successo nel pomeriggio di giovedì scorso, 25 giugno, in una strada collinare di Castiglione. Un uomo, classe 1979, cittadino romeno e senza fissa dimora, è arrivato con la sua bicicletta presso la casa della malcapitata anziana, proprietaria dell’abitazione. Aveva le idee chiare: introdursi al suo interno, arraffare oro, contanti e gioielli e scappare facendo perdere le proprie tracce. Così ha appoggiato la bici al muro dell’abitazione, ha preso una scala piuttosto alta per raggiungere il balcone al primo piano e ha rotto il vetro della veranda. Poi, è riuscito a entrare, cercando di arraffare il più possibile e mettendo completamente a soqquadro le stanze. Una volta finito, pronto a darsi alla fuga, ad attenderlo nel cortile di casa, si è trovato i carabinieri della Compagnia di Chivasso, allertati dal vicino.

Aveva numerori precedenti

Il malvivente, con numerosi precedenti alle spalle, non si è accorto che nel cortile accanto all’abitazione presa di mira c’era un uomo che avrebbe notato i movimenti sospetti. E’ stato proprio lui, infatti, a chiamare i militari della stazione di Castiglione che, supportati dai colleghi di San Mauro, sono intervenuti sul posto.
Arrivati al civico 12 della strada periferica, i carabinieri hanno atteso che il ladro uscisse dall’abitazione per fermarlo e arrestarlo. Il malvivente è stato condotto presso la casa circondariale di Ivrea.