Il caso a Cinzano

Il futuro della biblioteca al centro delle polemiche

Il sindaco Longo ha replicato agli attacchi

Il futuro della biblioteca al centro delle polemiche
Cronaca 05 Dicembre 2020 ore 09:41

Il futuro della biblioteca al centro delle polemiche

Biblioteca

Discussione accesa sul futuro della biblioteca civica a Cinzano. Nel piccolo Comune della collina si è aperto un acceso confronto, che si sta sviluppando in particolare attraverso i social ed il gruppo Facebook «Sei di Cinzano se...».
La nuova Amministrazione aveva dato il via ai lavori per la sistemazione dei locali di piazza del Podio, la sede della biblioteca civica, con l’intento di creare, attorno proprio alla biblioteca, anche un Caffè letterario, da assegnare attraverso un bando pubblico. Negli ultimi anni l’attività della biblioteca si è certamente ridotta, vista anche la minore disponibilità di alcuni volontari.

La discussione

«Ma la biblioteca non era morta - ci tiene a precisare l’ex primo cittadino Federico Peci -. Io sono intervenuto anche sui Social perché non accetto che qualcuno dica che la precedente Amministrazione non aveva fatto nulla per portare avanti l’attività della biblioteca. Rispetto ogni posizione Amministrativa, ci mancherebbe, ma per la biblioteca abbiamo sempre cercato, attraverso alcuni volontari, che andavano anche ad Asti, a spese proprie, per ritirare i libri acquistati, di continuare a svolgere attività».
Critico nei confronti dell’Amministrazione anche il capogruppo di minoranza Stefano Rossotto: «Su quello che sarà della biblioteca non sappiamo assolutamente nukka. Ci sarà il bando per l’assegnazione del Caffé letterario, ma su come sarà gestita l’apertura della civica, al momento non abbiamo avuto alcuna informazione. Lo scorso mese di ottobre abbiamo anche presentato un’interrogazione per chiedere all’Amministrazione di effettuare un sopralluogo all’interno dei locali in cui sono custoditi alcuni libri storici. E’ passato un mese, siamo ancora in attesa. Non riuscendo a garantire l’apertura della biblioteca era stato istituito un punto prestiti per i libri di ultima uscita in Comune, ma anche questo non è più attivo. Nel primo Consiglio comunale erano stati indicati i tre consiglieri per il Consiglio di Biblioteca. Perché a distanza di un anno e mezzo non è mai stata convocata una riunione per renderlo effettivamente attivo? Purtroppo questo è l’andamento generale di questa Amministrazione, che non dialoga con il territorio. E i malumori aumentano. Abbiamo aspettato un anno e mezzo prima di esprimerci, per dare il tempo alla nuova Giunta di lavorare. Il bilancio però è assolutamente negativo».

La replica del sindaco

Rigetta al mittente tutti gli attacchi il primo cittadino cinzanese Emilio Longo: «Non capisco proprio tutte queste accuse. La nostra Amministrazione da quando si è insediata ha cercato fin dall’inizio di lavorare e di fare le cose che ci eravamo programmati. Per quanto riguarda la biblioteca, tornerà ad essere assolutamente operativa. I nostri consiglieri incaricati stanno lavorando per il Consiglio di biblioteca. Ora, il 10 dicembre si apriranno le buste con le manifestazioni di interesse per il Caffé letterario. La biblioteca sarà uno spazio pubblico per i cittadini».