Il problema

Gassino, telecamere attive solo a singhiozzo, ma per guasti

E' stato effettutato un intervento di manutenzione del sistema con una cifra di 1570 euro

Gassino, telecamere attive solo a singhiozzo, ma per guasti
Cronaca 25 Luglio 2021 ore 09:12

Gassino, telecamere attive solo a singhiozzo, ma per guasti.

Telecamere

Sono rimasti «spenti» per oltre un mese, gli impianti di videosorveglianza sul territorio. Il sistema di telecamere, diffuso in tutta Gassino a scopo di controllo e dissuasione, nella prima metà del 2021 ha registrato infatti qualche problema.
Una falla nella sicurezza e nel monitoraggio del territorio che si è poi risolta con la riattivazione del software a opera di Sat. Ma per prevenire nuovi «guasti» l’Amministrazione sta ora ragionando ulteriori interventi.

La cronostoria

I problemi, stando a una determina recentemente pubblicata sul sito del comune, sono iniziati nel marzo scorso. La Giunta, informata del malfunzionamento del software collegato alle telecamere, inizia quindi un fitto scambio di corrispondenze con Sat Srl, l’impresa settimese cui è affidata la manutenzione della rete di videocamere, chiedendo «Una manutenzione straordinaria dell’impianto di videosorveglianza comunale, per poter procedere alla riattivazione del sistema che al momento non permette l’utilizzo del software dedicato e la visione delle immagini riprese, come da mail di richiesta assistenza alla Sat s.c.r.l. del 23 marzo 2021».
Sempre stando alla determina, Sat risponde un mese più tardi con «Un’offerta, pervenuta il 26 aprile 2021, per la riattivazione del sistema mediante ripristino della macchina virtuale dedicata, e nuova installazione e configurazione del software di videosorveglianza». Il 3 maggio l’amministrazione stanzia quindi la cifra di 1.570 euro più Iva per finanziare «L’intervento di manutenzione straordinaria con carattere di urgenza, al fine di riattivare la funzionalità dell’impianto di videosorveglianza comunale e garantire il regolare funzionamento del servizio che risulta impedito da oltre un mese».

Il commento

«Si è trattato di un intervento di normale amministrazione e al quale abbiamo provveduto con la massima tempestività. Sono cose che possono capitare», smorza i toni il comandate della Polizia Locale, Valeriano Carrera. «Nulla di cui spaventarsi - conferma anche l’assessore con deleghe alla sorveglianza, Rosetta Tropea -. In alcune zone, come normale che sia, le videocamere lavorano meglio. In altre incontrano più difficoltà causa una ridotta copertura di rete o perché l‘impianto stesso è più datato e funziona quindi con più fatica».
Nonostante oltre un mese di «down» del sistema i cittadini di Gassino possono dormire sonni tranquilli, rassicurano insomma dal Comune. «La loro sicurezza non è mai venuta meno e dopo quest’ultimo intervento possiamo dire di avere di nuovo tutto sotto controllo. Per evitare altri disagi, comunque, abbiamo in programma ulteriori studi ed interventi sul sistema».
La videosorveglianza è infatti uno strumento molto importante per il territorio, specie in periodo di ferie estive durante il quale, a case vuote, i topi d’appartamento entrano in azione. «La rete di monitoraggio costruita in questi anni ci ha permesso di individuare i responsabili di tanti grandi e piccoli reati fino al caso più eclatante: quello della Posta. Le telecamere hanno ripreso la dinamica del furto e la registrazione è stata molto utile a trovare e assicurare alla giustizia i malviventi. Ragione per cui vogliamo continuare a migliorarla e ad ampliarla».