CELEBRAZIONE

Festa della Repubblica, le celebrazioni istituzionali a Torino

La cerimonia si è tenuta nel Cortile d’Onore del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito

Festa della Repubblica, le celebrazioni istituzionali a Torino
Cronaca Torino, 02 Giugno 2020 ore 15:40

Festa della Repubblica, le celebrazioni istituzionali a Torino.

Festa della Repubblica

Questa mattina, martedì 2 giugno si sono svolte a Torino le celebrazioni Istituzionali in onore della Festa della Repubblica. I presidenti della Regione Piemonte Alberto Cirio e del Consiglio regionale Stefano Allasia sono intervenuti alla cerimonia dell’Alzabandiera in occasione della Festa della Repubblica tenutasi nel Cortile d’Onore del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito di Torino.

3 foto Sfoglia la gallery

Le dichiarazioni

Ha detto il presidente Alberto Cirio:

“Questi 100 giorni ci hanno insegnato il valore del lavoro di ogni persona. Come avremmo fatto se accanto al personale sanitario, alle forze dell’ordine, alle istituzioni non avessimo avuto l’impegno di chi lavora in un supermercato, di chi le merci le trasporta. In un momento in cui era facile restare soli, noi soli non lo siamo mai stati. E adesso continueremo a lavorare insieme perché accanto all’emergenza sanitaria, dobbiamo superare quella economica e sociale. Ripartiamo da oggi, da questo 2 Giugno. Oggi più che mai, noi ci crediamo. Viva l’Italia e viva la Repubblica”.

Ha aggiunto il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia:

“La ricorrenza della Festa della Repubblica quest’anno coincide con la ripartenza del Piemonte. Dopo un lungo periodo di lockdown da domani sono riaperti i confini. I mesi più difficili sono passati, il nostro compito adesso sarà quello di tenere sotto controllo l’economia e salvaguardare la salute dei cittadini. Come in quel 2 giugno di 74 anni fa i cittadini furono chiamati ad esprimere la propria scelta che portò alla rinascita del nostro Paese, così da oggi il nostro Piemonte potrà di nuovo guardare al futuro con speranza ed ottimismo per una ripartenza forte e durevole”.

TORNA ALLA HOME PAGE