"Brutte" notizie

Falò delle patronali a Settimo. Il Gambero “non sorride” alla città LE FOTO

Il Gambero in fiamme è caduto verso Torino. Questo, secondo la tradizione, è segno di sventura per la città.

Falò delle patronali a Settimo. Il Gambero “non sorride” alla città LE FOTO
Settimo, 14 Settembre 2020 ore 22:30

Per il Falò della patronali a Settimo il Gambero non ha soddisfatto le speranze e gli auspici dei presenti e della tradizione.

Falò delle patronali a Settimo

Si è svolto nella serata di oggi, lunedì 14 settembre, il tradizionale Falò delle patronali di Settimo. Il momento conclusivo dei festeggiamenti di inizio settembre per celebrare la città. Seppur in forma ridotta, data anche l’assenza del consueto spettacolo pirotecnico in piazza Freidano, la manifestazione è stata organizzata comunque.

L’auspicio non è dei migliori

Il Gambero, lo scorso anno, era caduto esattamente al centro della pira. Cosa mai accaduta prima. Tanto che nessuno, tanto meno gli organizzatori, non sapevano che cosa aspettarsi. La tradizione, infatti, vuole che la caduta del gambero verso Chivasso porti bene. Diversamente, la caduta verso Torino – secondo la tradizione popolare recente – sarebbe presagio di poca fortuna per l’anno precedente. Quest’anno, purtroppo, il gambero è caduto distintamente verso Torino. Lasciando perciò di stucco gli organizzatori e gli amministratori comunali presenti che – dopo questo primo semestre dominato dall’emergenza sanitaria – si aspettavano un responso diverso. Così come si era augurata la sindaca di Settimo Elena Piastra nel suo discorso di saluto.

6 foto Sfoglia la gallery

“Smentiremo questo auspicio”

“Smentiremo la tradizione e questo responso”, spiega Franco Ferraresi dopo la caduta del gambero verso Torino. Il presidente del Centro di Studi Settimesi, poco prima che la pira venisse data alle fiamme, aveva spiegato in diretta streaming la tradizione popolare legata al rogo di uno dei simboli della città di Settimo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità