Cronaca
Tante richieste presentate al Cisa

Emergenza Covid, da Gassino a Cinzano, 185 richieste d’aiuto

Resta alto il numero delle richieste di buoni alimentari a causa delle difficoltà economiche causate dalla pandemia

Emergenza Covid, da Gassino  a Cinzano, 185  richieste d’aiuto
Cronaca 23 Ottobre 2021 ore 08:48

Emergenza Covid, da Gassino a Cinzano, 185 richieste d’aiuto.

Emergenza Covid

L’emergenza Covid continua a farsi sentire in collina. Lo testimoniano i dati resi noti dal Cisa, il Consorzio intercomunale socio assistenziale, rispetto alle richieste di buoni alimentari per le famiglie in difficoltà economica a causa della pandemia.
Come lo scorso anno, i Comune di Castiglione, Gassino, San Raffaele, Sciolze, Rivalba e Cinzano hanno attivato, attraverso il Cisa, iniziative d’aiuto con i buoni alimentari. Ben 185 sono state le richieste complessive che sono state presentate. Un numero certamente elevato se si considera che dopo un anno e mezzo di grosse difficoltà la speranza ora è quella di tornare gradualmente alla vita normale.

La situazione

Il numero maggiore di richieste è arrivato da Gassino, ben 114. Poi 30 da Castiglione, 19 da San Raffaele, 16 da Sciolze, 4 da Rivalba e due da Cinzano, la realtà più piccola, dal punto di vista dei residenti, del nostro territorio.

L’analisi

Dall’analisi delle istruttorie che sono state svolte da parte del Cisa, emerge che rispetto al passato le richieste nuove sono davvero molto poche.
Gran parte delle richieste d’aiuto che sono pervenute, dunque, riguardano nuclei familiari che fin dall’inizio dell’emergenza pandemica hanno avuto delle difficoltà di carattere economico per andare avanti. Questo a dimostrazione del fatto che la pandemia ha colpito in maniera massiccia la nostra zona, con ripercussioni che dunque continuano a farsi sentire.
Nei prossimi giorni i sindaci dei sei Comuni della collina (San Mauro ha scelto una modalità d’aiuti differente) si ritroveranno con i vertici del Consorzio per stabilire insieme come poter utilizzare le risorse economiche ancora a disposizione per sostenere le famiglie in difficoltà, eventualmente andando anche a riproporre ancora l’iniziativa dei buoni, che rappresenta una modalità concreta di sostegno.