Menu
Cerca
A Torino

Emergenza Coronavirus, presentata la nuova area di degenza Covid al presidio ospedaliero Oftalmico

Vengono ricollocati i posti letto dell’ex area temporanea del Covid Hospital delle OGR

Emergenza Coronavirus, presentata  la nuova area di degenza Covid al presidio ospedaliero Oftalmico
Cronaca Torino, 07 Ottobre 2020 ore 12:01

Emergenza Coronavirus, presentata la nuova area di degenza Covid al presidio ospedaliero Oftalmico.

Emergenza Coronavirus

E’ stata inaugurata ieri, martedì 6 ottobre 2020,  alla presenza del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, del Commissario per la gestione delle politiche sanitarie dell’Unità di Crisi Carlo Picco e del direttore sanitario del Presidio Oftalmico Michele Morandi, la  nuova area di degenza Covid dell’ASL Città di Torino. Presenti anche il commissario generale dell’Unità di crisi, Vincenzo Coccolo, e il coordinatore dell’Area Giuridico-Amministrativa, Antonio Rinaudo, con il segretario generale di Compagnia di San Paolo, Alberto Anfossi, e il presidente di Fondazione Crt, Giovanni Quaglia.

Il progetto

Vengono   ricollocati  presso il Presidio Ospedaliero Oftalmico i posti letto dell’ex area temporanea del Covid Hospital delle OGR. Il nuovo Covid Hospital sarà articolato in 3 reparti, suddivisi in camere a 2 posti letto e in un’area, con 15 posti letto, dedicata alla terapia sub-intensiva.  Come da programmazione è stata rispettata la tempistica di esecuzione dei lavori, sono infatti terminati gli interventi dell’area di degenza COVID del secondo e del terzo piano, per un totale di 40 posti letto. Ogni reparto è stato ristrutturato rispettando i requisiti per la cura dei pazienti COVID. L’investimento complessivo, di oltre 600.000,00 euro, è stato sostenuto interamente dalla Compagnia di San Paolo, attingendo a quanto risparmiato dall’allestimento del COVID Hospital delle Ogr.  Entro l’inizio del mese di novembre sarà consegnata un’altra area di degenza, al 1° piano, dotata di 25 posti letto e dopo il 15 novembre sarà operativa l’area dedicata alla terapia sub intensiva, che trova la sua collocazione al 4° piano dell’edificio. In questo modo l’area di Torino potrà contare su un “polmone” complessivamente di 80 posti letto dedicato ad affrontare le eventuali necessità di ricovero di pazienti COVID+, a bassa e media intensità di cura, così come era stato previsto dal modello COVID Hospital Ogr.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli