Cronaca
Ingenti i danni all'agricoltura

E' ancora emergenza cinghiali

Su tutto il territorio collinare cresce la preoccupazione

E' ancora emergenza cinghiali
Cronaca 24 Aprile 2021 ore 08:55

E' ancora emergenza cinghiali

Emergenza Cinghiali

I cinghiali si stanno avvicinando sempre di più ai centri abitati. Per il nostro territorio permane quella che può essere considerata una vera e propria emergenza, sia per i rischi per gli automobilisti sulle strade, sia per i tanti danni che questi animali stanno creando all’agricoltura.

I casi

La scorsa settimana l’ultimo avvistamento di un gruppo di animali nella zona di San Martino a Castiglione Torinese.
I residenti hanno immediatamente segnalato la cosa all’Amministrazione comunale, che a sua volta ha inoltrato richiesta d’intervento alla Città Metropolitana.
«La questione è assolutamente seria - conferma il sindaco di Castiglione Loris Lovera -. Oltre alla segnalazione ricevuta dalla zona di San Martino recentemente ne ho ricevute anche un’altra dall’area delle Fornaci. Ho provveduto ad informare immediatamente la Città Metropolitana».
Castiglione, assieme agli altri Comuni della collina e dell’area omogenea 10 e 11 avevano già promosso, prima dell’inizio della pandemia, iniziative specifiche per chiedere a Città Metropolitana, Regione e Governo di intervenire.
Sono diversi, anche nella zona, gli incidenti stradali causati dai cinghiali, alcuni purtroppo anche con conseguenze assolutamente tragiche.

Ingenti danni all'agricoltura

Ma anche dal punto di vista dell’agricoltura i produttori del territorio stanno subendo danni sempre più ingenti.
Una situazione grave, che coinvolge in maniera diretta l’intera area collinare, passando anche da Sciolze e Cinzano.
In più occasioni, infatti, sia la prima cittadina di Sciolze Gabriella Mossetto, che il sindaco di Cinzano Emilio Longo, hanno sottolineato il problema.
Dal punto di vista della sicurezza i pericoli maggiori sono legati ad attraversamenti di questi animali proprio sull strade collinari, di sera, con il buio.
L’auspicio è che qualche intervento possa effettivamente essere messo in campo per cercare di dare una risposta il più possibile concreta a quelle che sono le esigenze che da molto tempo ormai l’intero nostro territorio sta portando in primo piano.
Con questo scopo le Amministrazioni hanno cercato di unire le forze. C’è stata anche, a seguito dell’incontro che era stato organizzato prima dello scoppio della pandemia, una lettera ufficiale rivolta alle Istituzioni superiori.