Cronaca
Settimo Torinese

Covid, il Piano del Comune per gli aiuti alimentari

L'Amministrazione sta predisponendo tutti gli interventi.

Covid, il Piano del Comune per gli aiuti alimentari
Cronaca Settimo, 03 Dicembre 2020 ore 12:41

Covid, il Piano del Comune per gli aiuti alimentari

Covid

E' stato elaborato da parte del Comune di Settimo Torinese il piano per gli aiuti alimentari, di sostegno all famiglie in difficoltà a caus dell'Emergenza Covid. L'importo complessivo dovrebbe essere di 260mila euro .

Le misure adottate

Sono due le misure previste. La prima è quella dei Voucher che possono essere spesi nel commercio locale, l'altra invece riguarda i cesti spesa con generi di prima necessità. Per quanto riguarda le tempistiche, i voucher verranno erogati per primi. I primi cesti spesa dovrebbero arrivare qualche giorno prima di Natale, il resto nel corso del mese di gennaio.

Le domande e le scadenze

Le domande per i buoni possono essere presentate da oggi, giovedì 3 dicembre 2020 e fino a giovedì 10. Per richiedere gli aiuti bisogna presentare la domanda online direttamente dal sito del Comune  di Settimo. Alla domanda dovrà essere allegato un documento di identità.

I requisiti

Gli aiuti sono riservati alle persone in difficoltà economica che dispongano, fra carte e conti correnti, di meno di 1500 euro per ciascun componente della famiglia per un massimo complessivo di 8000 euro.

Gli aiuti sono destinati a chi si trova in almeno una delle seguenti condizioni:

  • è preso in carico ai servizi sociali per situazioni di fragilità
  • è un genitore solo in difficoltà nel garantire i bisogni dei minori
  • fa parte di una famiglia con portatori di disabilità o patologia associata a difficoltà economica
  • è percettore del Reddito di Cittadinanza o Reddito di Inclusione per i quali risulti bloccata l'erogazione

Potranno richiedere gli aiuti anche:

  • le famiglie i cui percettori di reddito di trovino in Cassa integrazione (o l'abbiano richiesta)
  • le famiglie nelle quali il datore di lavoro abbia sospeso o ridotto l'orario
  • le famiglie con lavoratori autonomi o parasubordinati che non abbiano fatturato o non abbiano potuto disporre di risorse sufficienti a soddisfare le necessità essenziali a causa dell'emergenza sanitaria
  • le famiglie prive di reddito

L'impegno del Comune

Nei prossimi giorni il Comune procederà con le gare che individueranno i fornitori, dopodiché, una volta raccolte le domande, potranno partire gli acquisti e le consegne.

Spiega l'assessore alle Politiche Sociali Angelo Barbati:

"L'obiettivo è sostenere chi è più in difficoltà, in particolare chi ha perso o ridotto il suo lavoro a causa dell'emergenza sanitaria. Confermiamo la formula adottata questa primavera, cioè la scelta di puntare principalmente sui cesti spesa, che ci ha consentito di aiutare le famiglie per un periodo più lungo. Eroghiamo i voucher, che necessitano di una procedura più breve rispetto ai cesti, per far sì che i primi aiuti arrivino un po' in anticipo rispetto alle feste. I voucher inoltre possono essere utilizzati anche per acquistare generi deperibili che non possiamo consegnare direttamente. Infine, grazie ai voucher coinvolgeremo i piccoli commercianti locali che vorranno aderire: è un modo per sostenere le attività, anch'esse duramente colpite».