Cronaca
IL RACCONTO

"Costretto a chiudere a causa del Coronavirus"

Ha terminato l'attività il ristorante Ai Fornelli di Castiglione.

"Costretto a chiudere a causa del Coronavirus"
Cronaca Settimo, 17 Maggio 2020 ore 09:25

"Costretto a chiudere a causa del Coronavirus".

Costretto a chiudere

« E’ stata una decisione sofferta, ma alla fine non ho potuto fare altro che chiudere il ristorante». Gabriele Fornelli, 28 anni, ha annunciato la notizia nei giorni scorsi su Facebook, ricevendo subito grandissima solidarietà da tutto il territorio. «Non mi aspettavo certamente di avere un seguito così elevato. In poco tempo il mio post ha raggiunto ben 38 mila visualizzazioni. Ho pensato di scriverlo soprattutto per avvisare i clienti della chiusura». Il ristorante in questione è Ai Fornelli, che si trova in strada degli Scavi a Castiglione.

Il racconto

«Ho iniziato questa attività da titolare nel gennaio 2017. In questi anni abbiamo sempre fatto molto grazie alle cerimonie, alle feste, che avrebbero dovuto svolgersi proprio ora. Invece, lo stop a causa del lockdown è stato una vera e propria mazzata definitiva. Tutte le prenotazioni sono saltate, così come gli incassi. La stima è di non essere riuscito a fare incassi almeno per 70-80 mila euro. Si capisce bene che senza questi numeri era materialmente impossibile riuscire ad andare avanti».  Il locale si trova alla Piana di Castiglione, in una zona caratterizzata dal verde. Lo spazio è ampio, c’è un laghetto ed anche un parco - prosegue ancora Gabriele -. D’estate potevano essere fatte anche iniziative fuori. Quando ho rilevato il ristorante ho aperto anche alla cucina per chi non tollera il glutine, cercando di offrire un servizio in più. Proprio per la nostra posizione abbiamo sempre lavorato molto soprattutto il sabato e la domenica. Togliendoci questa opportunità è chiaro che le difficoltà di carattere economico sono immediatamente emerse».
Racconta ancora: «Come sempre, tra dicembre e gennaio avevo cominciato a fare acquisti di prodotti proprio in vista della stagione autunnale delle cerimonie. Mai avrei pensato però di trovarmi in questa situazione. Mi spiace davvero molto perché ho fatto tanta esperienza all’interno del locale, mi piaceva questa professione. Lasciarla è comunque un enorme dispiacere ma bisogna essere realisti. Anche perché le spese da sostenere sarebbero state comunque ingenti, nonostante il periodo di chiusura».
Gabriele Fornelli nonostante il periodo difficile non si è comunque fermato. «Sono giovane e ho deciso di guardarmi subito attorno, per non restare fermo. Per fortuna ho avuto un’opportunità a partire dal mese di giugno. Per questa ragione sto affrontando questo momento, molto pesante, con maggiore tranquillità d’animo, sapendo di avere una prospettiva per il futuro».
Gabriele termina con dei ringraziamenti: «Come detto ho avuto grande solidarietà da parte di molte persone in questi giorni. Questo mi fa assolutamente piacere. I messaggi che ho ricevuto sono stati tutti di sostegno».

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI PRIMA SETTIMO

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Prima Settimo: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia.