Cronaca

Coronavirus: “Siamo usciti per comprare la droga”, le scuse più assurde per non stare in casa

Sono i primi effetti dei controlli messi in campo su tutto il territorio, per effetto del decreto Io resto a casa. 

Coronavirus: “Siamo usciti per comprare la droga”, le scuse più assurde per non stare in casa
Torino, 12 Marzo 2020 ore 16:40

Coronavirus: “Siamo usciti per comprare la droga”, le scuse più assurde per non stare in casa. Sono i primi effetti dei controlli messi in campo su tutto il territorio, per effetto del decreto Io resto a casa.

Coronavirus

Primi effetti dei controlli dopo la “nuova stretta” contro il Coronavirus, imposta dal Governo e annunciata ieri in tarda serata. Evidentemente questo non è però bastato a due uomini denunciati poche ore fa dalla Guardia di Finanza di Torino, che nelle ultime ore, ha intensificato i controlli in tutta la città e nel resto della Provincia.

“Siamo usciti per comprare la droga”

I due sono stati notati alle prime luci del giorno da un equipaggio del Gruppo Pronto Impiego Torino mentre confabulavano nei pressi di corso Vercelli, a Torino, con un terzo uomo che alla vista dei finanzieri si è dato precipitosamente alla fuga. Fermati, entrambi, già ampiamente noti alle Forze dell’Ordine per rapina, detenzione di armi, spaccio di stupefacenti e furto, non hanno saputo dare spiegazioni circa la loro presenza in strada, se non che avevano trascorso una lunga serata con amici, e che erano “alla ricerca di stupefacenti”. 

La denuncia

Entrambi quarantenni, sono tra i primi denunciati per l’inosservanza del provvedimento. Uno dei due, inoltre, ha collezionato l’ennesimo deferimento alla Procura della Repubblica: nelle sue tasche i Baschi Verdi hanno rinvenuto un coltello a serramanico per il quale non ha saputo giustificarne il possesso.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI PRIMA SETTIMO

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Prima Settimo: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità