SERVIZIO

Centri prelievi, difficile prenotarsi

l’Azienda ha acquisito due nuovi operatori per il call center telefonico, in servizio dal 15 giugno e che si aggiungono ai tre iniziali

Centri prelievi, difficile prenotarsi
Settimo, 20 Giugno 2020 ore 07:45

Centri prelievi, difficile prenotarsi.

Centri prelievi

«Gli operatori sono tutti occupati, si prega di richiamare più tardi o di prenotare al sito www.aslto4.piemonte.it». E’ questo il disco che ascoltano, da giorni, i gassinesi (e non solo) che provano a prenotare un esame del sangue. Nessuno di loro è mai riuscito a parlare davvero con un impiegato. Anche richiamando «più tardi», come recita la voce registrata.
L’emergenza Covid19 ha, infatti, rivoluzionato gli accessi alle strutture sanitarie, e, con essi, esami e visite. Così, dal lunedì 8 giugno, chi ha bisogno di fare un prelievo deve prenotarlo telefonando al numero 0125-414012. Numero che fa capo alla sede dell’Asl To4 di Ivrea, e che raccoglie e smista le richieste. Obiettivo, evitare che si formino assembramenti nei reparti. Peccato sia molto difficile trovare un operatore all’altro capo del filo.

Le testimonianze

«Ci ho provato per 15 giorni – racconta, per esempio, Gianfranco Silombra -. Non sono mai riuscito a mettermi in contatto con qualcuno. E diversi conoscenti mi hanno confermato lo stesso problema». Per tentare di risolvere la questione,  Silombra si è «recato direttamente nella sede Asl della nostra città, dove, rivolgendomi a un’impiegata, sono riuscito a prenotare. Ho chiesto anche come mai ci fossero tanti problemi con il centralino e mi è stato risposto che, trattandosi di un servizio attivato da poco, le linee sono prese d’assalto e quindi risultano sempre occupate. Mi è stato anche fatto presente che si può, in alternativa, prenotare sul sito o attraverso un’app. Ma chi, come me, non è a proprio agio con la tecnologia, cosa deve fare?». Insomma, solo il numero di telefono garantisce una modalità di prenotazione davvero inclusiva, sottolinea Silombra.
Per Leonardo Bellotto, ex responsabile del Tribunale per i Diritti del Malato, «Questo è uno dei segnali che, proprio nel momento in cui c’è più bisogno della loro tutela, i diritti del malato vengono invece meno. Prevenzione, cura e riabilitazione, cioè quei diritti inseriti nella Carta della Sanità, sono oggi poco tutelati. Un problema sociale che colpisce molte zone, compreso il nostro territorio, e per il quale bisogna fare qualcosa».

Dall’Asl

Dall’Asl To4 poche parole sulla criticità riscontrata da molti utenti e l’unica raccomandazione è quella di prenotare attraverso il portale internet. «In questi primi giorni di prenotazione – commentano dall’azienda -, il numero di chiamate è stato molto elevato, anche per richiedere informazioni sul servizio (mediamente, 800 chiamate giornaliere a fronte di una risposta a 550). Si presume che questi numeri si abbassino nel prossimo futuro, in modo inversamente proporzionale all’utilizzo della modalità online. Nel frattempo, l’Azienda ha acquisito due nuovi operatori per il call center telefonico, che entreranno in servizio il prossimo lunedì 15 giugno e che si aggiungono ai tre iniziali. Si ribadisce che la prenotazione online dell’accesso ai Centri Prelievo è molto semplice».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità