L'iniziativa

"Caro Babbo Natale vorrei...": la video letterina di Monik

Anche tu puoi scrivere a Babbo Natale attraverso il sito  www.carobabbonatalevorrei.it.

Cronaca Settimo, 24 Novembre 2020 ore 15:44


"Caro Babbo Natale vorrei...": la video letterina di Monik.

"Caro Babbo Natale vorrei..."

"Buongiorno Babbo Natale, quest'anno ti chiedo di riportare tanta serenità e di poter riabbracciare tutti i nostri cari il prima possibile". E' questa la video letterina di Monik, edicolante di Castiglione Torinese, nell'ambito dell'iniziativa Caro Babbo Natale Vorrei... lanciata da La Nuova Periferia, per aiutare il Banco Alimentare. Tutti potranno scrivere una letterina a Babbo Natale per raccontare un sogno, un pensiero, un desiderio che portano nel cuore.

Aiutateci ad aiutare le persone in difficoltà. Ogni letterina ricevuta attraverso il sito internet carobabbonatalevorrei.it permetterà di contribuire, concretamente, alle necessità di chi vive in condizioni di indigenza.

Il pensiero e le speranze del regista Gabriele Vacis

Anche il regista settimese Gabriele Vacis ha già espresso un suo desiderio a Babbo Natale:

gabriele vacis
Il registra settimese Gabriele Vacis 

"Caro Babbo Natale, quest’anno non portarmi cose, portami la capacità di riconoscere quelle buone, portami la competenza di riconoscere quelle belle di cose, non portarmi cose. Caro Babbo Natale, non portarmi giocattoli, fammi ritrovare la voglia di giocare. Non portarmi libri, portami il tempo per leggerli, e se proprio vogliamo esagerare, insegnami a procurarmelo quel

tempo lì. Caro Babbo Natale, non portarmi cibo, portami l’abilità di cucinarmelo. Non portarmi tanti panettoni, portamene uno solo, ma che sia un panettone come si deve. Non portarmi il vinile introvabile di Bruce Springsteen, portami il talento per ascoltarlo veramente. Non portarmi quella foto di quando siamo andati a Barcellona, a diciassette anni, incorniciata, portami la fermezza per guardarla, anche senza cornici preziose. Non portarmi il nuovo iPhone 12 Pro Max, portami la pazienza di spegnerlo quando non serve. Caro Babbo Natale, è un sacco di roba, mi rendo conto. Allora facciamo così: portami solo la forza di stare con quello che c’è, che sia epidemia o, speriamo, guarigione".

I pensieri di speranza di voi lettori...

Caro babbo Natale

Sono già diverse le letterine ed i pensieri che in questi giorni stanno arrivando alla Redazione de La Nuova Periferia di Settimo, attraverso il sito  www.carobabbonatalevorrei.it. Eccone una:

«Per prima cosa vorrei che sparisse il Covid, poi - ovvio - salute e felicità per tutti». Inizia con queste parole la letterina di Stefania. «Ma in modo particolare vorrei tanto che i miei genitori continuassero a vivere in salute ancora per molto. Vorrei che vedessero crescere il loro unico nipote e vederlo grande e realizzato. Ci sarebbe una lista lunga lavoro salute e sogni di mio figlio. Ma io vorrei solo la serenità per i miei genitori anziani e la felicità di mio figlio. Grazie Babbo Natale da una bambina di 49 anni che ha voglia di sognare».