L'arresto

Arrestato pericoloso latitante, si nascondeva in un armadio a casa

Arrestato uomo di 47 anni per associazione a delinquere, ricettazione, vendita di prodotti contraffatti e per numerosi ordine di espulsione dall'Italia. Si nascondeva in un armadio in casa sua.

Arrestato pericoloso latitante, si nascondeva in un armadio a casa
Torino, 07 Marzo 2020 ore 20:27

Arrestato pericoloso latitante, si nascondeva in un armadio a casa

Pericoloso latitante senegalese

Gli agenti del commisariato di Mirafiori sono riusciti a rintracciare e arrestare un pericoloso latitante di origine senegalese, le cui sono iniziali D.A.L.. L’uomo, di 47 anni, è stato condannato alla pena definitiva di 3 anni e 2 mesi per associazione a delinquere, ricettazione, vendita e commercio di prodotti contraffatti, nonché destinatario di numerosi ordini di espulsione dal territorio nazionale.

Il piano dell’uomo

Le indagini hanno consentito alla Polizia di venire a conoscenza della permanenza temporanea dell’uomo in Italia, rientrato per far visita alla moglie convalescente. In seguito, secondo il piano del senegalese, il 47enne si sarebbe allontanato dal territorio nazionale fuggendo in Spagna.

L’operazione

Grazie alle dovute indagini, nel primo pomeriggio di mercoledì scorso la Polizia ha arrestato il criminale. Gli agenti del commissariato di Mirafiori sono entrati nell’abitazione dell’uomo, apparentemente disabitata. Durante l’ispezione delle stanze, gli operatori sono stati incuriositi dalle ante socchiuse di un armadio. Una volta aperto il mobile, il senegalese è stato trovato accovacciato dietro a un mucchio di vestiti.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI PRIMA SETTIMO

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Prima Settimo: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità